BOLLICINE/BUBBLES
src="http://i56.tinypic.com/4j5g75.jpg" border="0" alt="Image and video hosting by</a><img src="http://i51.tinypic.com/24b0klu.gif" border="0" alt="Image and video hosting by </a>

BOLLICINE/BUBBLES

Image
 
HomesvagoGalleryFAQRegisterLog in
Image and video hosting by TinyPic By Sonia
Image and video hosting by TinyPic By Sonia
Image and video hosting by TinyPic By Sonia
Image and video hosting by TinyPic By Sonia
Image and video hosting by TinyPic By Sonia
Image and video hosting by TinyPic By Sonia
Image and video hosting by TinyPic By Sonia
Image and video hosting by TinyPic By Sonia
Image and video hosting by TinyPicBy Sonia
Image and video hosting by TinyPicBy Sonia
Image and video hosting by TinyPicBy Sonia
Forum
Search
 
 

Display results as :
 
Rechercher Advanced Search
Latest topics
» HOT COFFEE for everybody
Wed Mar 22, 2017 12:47 am by Admin

» cantiamo a squarciagolaaaaaaaa
Wed Mar 22, 2017 12:40 am by Admin

» HOT COFFEE solo per donne!!!(only for woman!)
Wed Mar 22, 2017 12:12 am by Admin

» CHE TEMPO FA'...METEO...weather 'forecast
Mon Mar 20, 2017 11:37 am by Admin

» Andrew-Ilaria-Gianluca-Katiennne
Sun Mar 19, 2017 6:29 pm by Admin

» Hallo to all my guests
Sun Mar 19, 2017 6:22 pm by Admin

» guadagna on line con clixsense. provare per credere
Fri Sep 25, 2015 6:37 pm by iomy

» Apri il tuo cuore qui/Open your heart here
Fri Sep 04, 2015 7:17 pm by Daniela

» Welcome Markinchicago
Mon Dec 29, 2014 7:10 pm by Candy Candy

» Welcome Maria
Sun Dec 21, 2014 7:49 pm by Candy Candy

» l'angolino di vesuvio
Tue Dec 16, 2014 9:36 pm by Candy Candy

» Perche' il bidet e'utile
Tue Dec 16, 2014 12:01 pm by Candy Candy

» Why in the US need the bidet :)
Tue Dec 16, 2014 11:34 am by Candy Candy

» Mercatini di Natale in Pescara
Tue Dec 16, 2014 5:01 am by Candy Candy

» Chapter 4 Sonia its prisons/ e le sue prigioni
Fri Dec 12, 2014 1:15 pm by Candy Candy

May 2017
MonTueWedThuFriSatSun
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031    
CalendarCalendar
Forum
CLOCK
scegli la tua stazione
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic

Share | 
 

 Il primo giornalino ottobre 2008

View previous topic View next topic Go down 
Go to page : Previous  1, 2
AuthorMessage
Candy Candy
WEBMASTER
WEBMASTER


Numero di messaggi : 18534
Data d'iscrizione : 2008-05-27

PostSubject: Re: Il primo giornalino ottobre 2008   Wed Oct 29, 2008 4:08 am




" LA FORZA della RAGIONE"


STUPENDO libro della scrittrice/giornalista
ORIANA FALLACI (scomparsa lo scorso anno).

Questo libro è stato scritto dalla FALLACI dopo
aver pubblicato il precedente MERAVIGLIOSO e
VERITIERO libro "La RABBIA e L'ORGOGLIO",infatti
proprio per il suddetto libro la FALLACI ebbe
ATTACCHI e MINACCE di MORTE.....

...quindi "seguendo sempre" il suo SPIRITO
MORALE e POLITICO di una EUROPA con

L'ITALIA "CAPOSALDO", non più "EUROPA MA
"EURABIA"...ne vien "Fuori : LA FORZA DELLA

RAGIONE"!

Lei stessa, identificandosi con "MASTRO CECCO"
che venne messo al rogo nel 1328 a causa di un
libro, diventa una MASTRO CECCA di OGGI,
conscia di (quasi...) fare la stessa fine ben sette
secoli dopo!!!
E' UN INNO al RAZIOCINIO e alla VERITA'!

Vi Riporto la "FRASE" del retro/copertina:

" Stavolta NON mi Appello alla Rabbia, all'Orgoglio,
alla Passione. Mi Appello alla RAGIONE! E
insieme a Mastro Cecco he di NUOVO sale
sul ROGO ACCESO dall'IRRAGIONEVOLEZZA ti dico:
BISOGNA ritrovare la FORZA della RAGIONE"!!!
[/b]


by alfabeto
Back to top Go down
View user profile
Candy Candy
WEBMASTER
WEBMASTER


Numero di messaggi : 18534
Data d'iscrizione : 2008-05-27

PostSubject: Re: Il primo giornalino ottobre 2008   Wed Oct 29, 2008 4:10 am

"Soulution, Guarire il mondo con l'anima"
un'opera unica e molto attuale che mette in evidenza il cambiamento di atteggiamento e di comportamento che può portare alla soluzione dei problemi culturali e sociali dell'umanità
di William Bloom








Viviamo in un’epoca di grandi trasformazioni. Da alcuni decenni l’approccio alla spiritualità ha iniziato a mutare profondamente e a coinvolgere ogni ambito dell’esistenza umana.

Dalla politica alla vita sociale, dal rapporto con il denaro alle relazioni con gli altri, dall’economia all’ambiente, dalla religione alla salute, si sta sempre più diffondendo l’esigenza di un nuovo percorso

La spiritualità olistica rappresenta una delle possibili risposte a questo bisogno e il libro di William Bloom, considerato tra i più importanti autori e insegnanti del Nuovo Pensiero Olistico, rappresenta il manifesto di questo movimento.

In queste pagine ricche di citazioni, aforismi e proverbi tratti dalle principali fedi, viene fornita per la prima volta una descrizione chiara, approfondita e organica dell’olismo e delle implicazioni che esso comporta nella società moderna.


by alfabeto

Per leggere e commentare usare il link

http://bollicine.my-free-forums.com/libri-poesie-romanzi-fiabe-diario-f25/la-biblioteca-a-cura-di-ireland-e-alfabeto-t1138.htm
Back to top Go down
View user profile
Candy Candy
WEBMASTER
WEBMASTER


Numero di messaggi : 18534
Data d'iscrizione : 2008-05-27

PostSubject: Re: Il primo giornalino ottobre 2008   Wed Oct 29, 2008 4:11 am












Una contadina sta trottando sul suo calesse quando viene fermata da un poliziotto. -"Signora, non le farò la multa ma la devo informare che uno dei due catarifrangenti posteriori del suo calesse è rotto." "Oh" - risponde la donna -"lo dirò a mio marito per sostituirlo quando torno a casa. " -"Bene ma c'è dell'altro. Non mi piace quella cinghia di cuoio che gira dietro le natiche del cavallo e poi, sul davanti, passa attorno a un testicolo. Questa è una crudeltà contro gli animali ed è un reato." -Quando la donna torna a casa racconta al marito del catarifrangente rotto e lui: "Va bene, lo sostituisco subito. Ti ha detto qualcos'altro?" -"Mah...non ho capito bene...ha detto qualcosa che non va nel freno d'emergenza!"



Mattina, ore 9.00
> Un tale apre a fatica gli occhi e getta lo sguardo sulla confezione di
> aspirine e il bicchiere d'acqua appoggiate sul comodino.
> Si siede sul letto e si guarda attorno. Sulla sedia ci sono i suoi
> vestiti perfettamente piegati . Nota che, nella camera da letto tutto
> quanto è pulito ed in ordine, così come tutto quanto l'appartamento .
> Prende l'aspirina e vede un bigliettino sul tavolo: "tesoro, la
> colazione è già pronta in cucina, sono uscita presto a fare la spesa. TI
> AMO!!!"
> A questo punto si reca in cucina e... davvero c'è la colazione pronta
> sul tavolo e accanto il gio rnale del mattino. Inoltre suo figlio è già
> seduto e sta mangiando. Il padre domanda: "Piccolo, ma...cosa è successo
> stanotte?? Il figlio risponde: "Beh, pà, sei tornato a casa alle 3 di
> stanotte completamente ubriaco e per metà già svenuto . Hai distrutto un
> paio di mobili, vomitato nel corridoio e ti sei quasi infilzato un
> occhio quando hai sbattuto contro lo stipite della porta". Confuso
> domanda ancora: "e perché qui è già tutto in ordine, pulito e c'è la
> colazione sul tavolo?" "Ah per questo dici..." risponde il figlio, " la
> mamma ti ha trascinato in camera e buttato sul letto, ma quando lei ha
> cercato di toglierti i pantaloni tu le hai gridato: Giù le zampe,
> puritana;), sono felicemente sposato!"

> Cerchio alla testa, per notte brava : 100 Euro
Mobili rovinati : 500 Euro
> Colazione: 10 Euro
> La frase giusta al momento giusto: NON HA PREZZO.......


by lilla'
Back to top Go down
View user profile
Candy Candy
WEBMASTER
WEBMASTER


Numero di messaggi : 18534
Data d'iscrizione : 2008-05-27

PostSubject: Re: Il primo giornalino ottobre 2008   Wed Oct 29, 2008 4:11 am



Un gruppo di indiani cattura un cowboy e se lo portano al campo per incontrare il capo.

Il capo dice al cowboy: - Stai per morire. Ma ci sentiamo dispiaciuti per te, così ti daremo un desiderio al giorno, per tre giorni. Al tramonto del terzo
giorno, morirai. Qual è il tuo primo desiderio?

Il cowboy risponde: - Voglio vedere il mio cavallo...

Gli indiani gli portano il cavallo. Il cowboy gli afferra l'orecchio e ci bisbiglia dentro qualcosa, quindi gli da una pacca sul posteriore.

Il cavallo parte a razzo. Due ore più tardi il cavallo è di ritorno con una bionda, nuda. Lei salta giù dal cavallo ed entra nel teepee con il cowboy.

Gli indiani si guardano tra loro in modo significativo: - Tipico uomo bianco... riesce a pensare solo a una cosa...

Il secondo giorno, il capo gli chiede: - Il tuo desiderio di oggi qual è?

Il cowboy dice: - Voglio vedere di nuovo il mio cavallo!

Gli indiani gli portano il cavallo. Il cowboy si piega verso il cavallo e gli bisbiglia qualcosa nell'orecchio, quindi gli da una pacca sul posteriore.

Due ore più tardi, il cavallo è di ritorno con una rossa, nuda. Questa scende e va nel teepee con il cowboy.

Gli indiani scuotono la testa: - Tipico uomo bianco... domani morirà e riesce a pensare solo a una cosa...

Arriva l'ultimo giorno, e il capo chiede: - Quello di oggi è il tuo ultimo desiderio, uomo bianco. Che cosa vuoi?

Il cowboy risponde: - Voglio vedere di nuovo il mio cavallo! Gli indiani gli portano il cavallo.

Il cowboy lo afferra per entrambe le orecchie, gliele torce con forza e grida: - Bestia idiota, leggimi bene le labbra! FUGA, dannazione ho detto F-U-G-A!!!



7w 7w 7w
Sono usciti i risultati di un sondaggio effettuato dall'ONU.
La domanda era: "Per piacere, dica onestamente qual'è la sua opinione sulla
scarsità di alimenti nel resto del mondo."
Il risultato è stato il seguente:
- gli europei non hanno capito cosa sia la "scarsità".
- gli africani non sapevano cosa fossero gli "alimenti".
- gli americani hanno chiesto il significato di "resto del mondo".
- i cinesi , straniti , hanno chiesto maggiori delucidazioni sul significato
di "opinione".
- nel parlamento italiano, si sta ancora discutendo su cosa sia
"onestamente"... tigre




756

Un ubriaco esce dal bar e per strada vede correre una suora.La insegue e quando si ritrovano in un vicoletto inizia a picchiarla con furia.Quando ormai la povera donna è a terra stremata,lui la guarda e dice:ti credevo più forte,Batman!!!!


by lilla'
Back to top Go down
View user profile
Candy Candy
WEBMASTER
WEBMASTER


Numero di messaggi : 18534
Data d'iscrizione : 2008-05-27

PostSubject: Re: Il primo giornalino ottobre 2008   Wed Oct 29, 2008 4:12 am












Un uomo, uscito da pochi giorni dall'ospedale, dopo una lunga degenza, vi ritorna in visita agli ex compagni di stanza. Si ferma al capezzale di un nuovo paziente, un cinese, che improvvisamente diventa cianotico, guarda disperato l'uomo e, con un filo di voce, mormora:
- Woong sing hoo!!!
Quindi reclina la testa, morto. L'uomo, esce molto turbato dall'ospedale, entra nel primo ristorante cinese della zona e chiede al proprietario:
- Mi scusi, mi saprebbe dire cosa vuol dire "Woong sing hoo?"
- Mah, è una frase strana, forse per via della sua pronuncia, perché tradotta letteralmente significa: "Spostati, coglione: sei sul tubo dell'ossigeno!".





Una signora di Livorno denuncia la sparizione del marito in Questura.
Disperata telefona tutti i giorni per sentire se l'hanno ritrovato finchè, passato parecchio tempo, la fanno andare all'obitorio per un eventuale riconoscimento di un cadavere ripescato ad Antignano.
Aperto il cassetto frigorifero si vede una salma ricoperta da un lenzuolo; la signora e' terrea, e, con imbarazzo e cautela, scoprono un volto maciullato dagli scogli:
"Commissario, potrebbe essere lui ma la faccia è troppo malridotta! Si può scoprire qualcosa di più?"
Scoprono anche il torace e:
"Commissario, anche mio marito aveva questa peluria ma si vede poco, è troppo rovinato dagli scogli! Si può scoprire ancora qualcosa?"
A questo punto tolgono completamente il lenzuolo e la signora sbircia tutto il visibile. Riprende colore con aria di sollievo:
"No Commissario, non è lui, ma le dirò di più non é neanche di Livorno!"




L'INGEGNERE E LA BIONDA
Un ingegnere e una bionda si trovano seduti
accanto in un volo
transoceanico. L'ingegnere le chiede se le
piacerebbe fare un gioco
divertente. La bionda è stanca e vuol dormire
un po', quindi declina
cortesemente e cerca di fare un sonnellino.
L'ingegnere non demorde; insiste
dicendo che il gioco è davvero
divertente: 'Le faccio una domanda e se lei
non sa la risposta, mi paga
solo 5 dollari; lei fa una domanda a me e se io
non so la risposta, le
do 500 dollari.' Questo attira l'attenzione della
signora, che, per far
stare quieto il vicino, accetta di provare.
L'ingegnere fa la prima
domanda: 'qual è la distanza tra la terra e la
luna?' La bionda non
apre bocca, toglie il portafoglio dalla borsa e
consegna al vicino un
biglietto da 5 dollari. Adesso è il suo turno.
Chiede:'cos'è che sale
su una collina con tre gambe e scende con quattro?
L'ingegnere accende
il notebook, naviga per innumerevoli siti, e niente.
Consulta le
migliori biblioteche on line, senza successo. Manda e-mail agli
amici e
colleghi più intelligenti e competenti, e nessuno sa rispondere.
Passata un'ora, si arrende, sveglia la bionda e le consegna 500
dollari. La
bionda li prende e di nuovo si appisola. L'ingegnere sta
impazzendo per la
curiosità e la frustrazione. La sveglie e chiede: 'Ma
allora cosa diavolo è
che sale su una collina con tre gambe e scende
con quattro?' La bionda
toglie il portafoglio dalla borsa, porge
all'ingegnere 5 dollari e si
riaddormenta.


by lilla'
Back to top Go down
View user profile
Candy Candy
WEBMASTER
WEBMASTER
avatar

Female
Numero di messaggi : 18534
Età : 51
Località : Straniera
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 2008-05-27

PostSubject: Re: Il primo giornalino ottobre 2008   Wed Oct 29, 2008 4:13 am

LA MOGLIE SCRIVE:

CARO MARITO, TI SCRIVO QUESTA LETTERA PER DIRTI CHE TI LASCIO PER QUALCOSA DI
MEGLIO. SONO STATA UNA BRAVA MOGLIE PER TE PER SETTE ANNI E NON DEVO
DIMOSTRARTELO.
QUESTE DUE ULTIME SETTIMANE SONO STATE UN INFERNO. IL TUO CAPO MI HA
CHIAMATO PER DIRMI CHE OGGI TI SEI LICENZIATO E QUESTA E' STATA SOLO LA TUA
ULTIMA CAZZATA.
LA SETTIMANA SCORSA SEI TORNATO A CASA E NON HAI NOTATO CHE ERO STATA A
FARMI I CAPELLI E LE UNGHIE, CHE AVEVO CUCINATO IL TUO PIATTO PREFERITO ED
INDOSSAVO UNA NUOVA MARCA DI LINGERIE.
SEI TORNATO A CASA E HAI MANGIATO IN DUE MINUTI, E POI SEI ANDATO SUBITO A
DORMIRE DOPO AVER GUARDATO LA PARTITA.
NON MI DICI PIÙ CHE MI AMI, NON MI TOCCHI PIÙ. CHE TU MI STIA PRENDENDO IN GIRO O
NON MI AMI PIÙ, QUALSIASI COSA SIA, IO TI LASCIO.
BUONA FORTUNA!
FIRMATO: LA TUA EX MOGLIE
P.S.: SE STAI CERCANDO DI TROVARMI, NON FARLO: TUO FRATELLO E IO STIAMO
ANDANDO A VIVERE A GENOVA INSIEME


---
IL MARITO RISPONDE:
CARA EX MOGLIE, NIENTE HA RIEMPITO LA MIA GIORNATA COME IL RICEVERE LA TUA
LETTERA.
E' VERO CHE IO E TE SIAMO STATI SPOSATI PER SETTE ANNI, SEBBENE L'IDEALE DI BRAVA
MOGLIE, A PATTO CHE ESISTA, SIA MOLTO LONTANO DA QUELLO CHE TU SEI STATA.
GUARDO LO SPORT COSÌ, TANTO PER CERCARE DI AFFOGARCI I TUOI CONTINUI
RIMPROVERI.
VA COSÌ MALE CHE NON PUÒ FUNZIONARE.
HO NOTATO QUANDO TI SEI TAGLIATA TUTTI I CAPELLI LA SCORSA SETTIMANA, E LA
PRIMA COSA CHE HO PENSATO E' STATA: "SEMBRI UN UOMO!”. MIA MADRE MI HA
INSEGNATO A NON DIRE NULLA SE NON SI PUÒ DIRE NIENTE DI CARINO.
HAI CUCINATO IL MIO PIATTO PREFERITO, MA FORSE TI SEI CONFUSA CON MIO
FRATELLO, PERCHÈ HO SMESSO DI MANGIARE MAIALE SEDICI ANNI FA.
SONO ANDATO A DORMIRE QUANDO TU INDOSSAVI QUELLA NUOVA LINGERIE PERCHÉ
L'ETICHETTA DEL PREZZO ERA ANCORA ATTACCATA: HO PREGATO FOSSE SOLO UNA
COINCIDENZA IL FATTO DI AVER PRESTATO A MIO FRATELLO 50 EURO L'ALTRO GIORNO E
CHE LA TUA LINGERIE COSTASSE 49,99 EURO.
NONOSTANTE TUTTO QUESTO, TI AMAVO ANCORA E SENTIVO CHE POTEVAMO USCIRNE.
COSÌ QUANDO HO SCOPERTO CHE AVEVO VINTO ALLA LOTTERIA 10 MILIONI DI EURO, MI
SONO LICENZIATO E HO COMPRATO DUE BIGLIETTI PER LA GIAMAICA.
MA QUANDO SONO TORNATO TU TE NE ERI ANDATA.
PENSO CHE OGNI COSA SUCCEDA PER UNA PRECISA RAGIONE. SPERO TU ABBIA LA VITA
PIENA CHE HAI SEMPRE VOLUTO.
IL MIO AVVOCATO HA DETTO, VISTA LA LETTERA CHE HAI SCRITTO, CHE NON AVRAI UN
CENTESIMO DA ME.
ABBI CURA DI TE!
FIRMATO: RICCO COME IL DEMONIO E LIBERO
P.S.: NON SO SE TE L'HO MAI DETTO MA MIO FRATELLO, PRIMA DI CHIAMARSI CARLO …
SI CHIAMAVA CARLA: SPERO CHE QUESTO NON SIA UN PROBLEMA.
MASSIMA DELLA GIORNATA: CHI SEMINA RACCOGLIE, MA CHI RACCOGLIE SI CHINA ... E
A QUEL PUNTO È UN ATTIMO ...




(dal web)


by lilla'

_________________
La vita e' un dono meraviglioso non sciuparlo
Life is a wonderful gift so' do not ruin it  


Back to top Go down
View user profile
Candy Candy
WEBMASTER
WEBMASTER
avatar

Female
Numero di messaggi : 18534
Età : 51
Località : Straniera
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 2008-05-27

PostSubject: Re: Il primo giornalino ottobre 2008   Wed Oct 29, 2008 4:15 am

Vi siete già sentiti in colpa per aver guardato le persone della vostra etàe aver pensato: "non posso sembrare così vecchio"? ...allora vi piacerà questa. Ero seduta in sala d´attesa per il mio primo appuntamento con un nuovodentista, quando ho notato che il suo diploma era affisso al muro. C´era scritto il suo cognome, e improvvisamente mi sono ricordata di un granmoro che portava quello stesso cognome. Era nella mia classe di liceo 20 anni prima, e mi sono chiesta se potevaessere lo stesso ragazzo per il quale avevo "sbavato" all´epoca. Quando sono entrata nello studio, ho immediatamente allontanato questopensiero. Quest´uomo brizzolato, stempiato e con il viso segnato da profonde rughe eratroppo vecchio per essere stato il mio amore segreto. Dopo avermi visitato, gli ho chiesto se era stato al liceo de Mons. 'Si...', mi ha risposto. 'Quando si è diplomato?', gli ho chiesto. 'Nel 1988. Perché questa domanda?', rispose. 'Allora era nella mia classe!!!!!', ho esclamato. E allora questo orribile, vecchio, piccolo, cretino, figlio di p...ana mi hachiesto: 'Lei era professoressa...di cosa???

Si dice in giro che chi ha gli occhi azzurri è perchè ha la testa piena d'acqua... Pensa a chi li ha marroni...

Lui: 'Amore, ho una barzelletta che ti farà cadere le tette dal ridere...'
Poi la guarda nuda e dice: '...Forse te l'ho già raccontata!!'


In hotel: Un tipo urta il seno d'una signora. Lui: 'Se ha il cuore morbido come il seno saprà perdonarmi.
'Lei: 'Se ha l'uccello duro come il gomito, stanza 241.'


Ligabue canta: 'Tutti vogliono viaggiare in prima...' Io ci ho provato,dopo 1 km ho fuso il motore e ho bruciato la frizione... Grazie Liga!!!

Si investono sempre più soldi nella ricerca sul viagra e non sul morbo di Alzheimer.
Fra 20 anni avremo piselli durissimi ma non ci ricorderemo più dove metterli.

Un
elefante dice a un cammello: 'Come mai hai le tette sulla schiena?' E il cammello: 'Ma guarda te se me lo deve dire uno col bigolo in faccia!'

Se ti capita di andare in giro per la città in bici e ti accorgi di sentirti felice e appagato, guarda bene... forse hai dimenticato il sellino...

Una ragazza va da un prete per parlargli: 'Padre, io ho comprato due pappagalline. Volevo insegnargli a parlare, ma loro dicono solo una frase!'. 'E cosa dicono? ' 'Ciao, siamo due prostitute! Vuoi divertirti un po'?'. ' Acc... Che scandalo! Fai cosi: 'Io ho due pappagalli maschi a cui ho insegnato a pregare e leggere la bibbia! Li mettiamo vicini cosi i miei lo insegneranno alle tue!'. 'Oh grazie, grazie infinite!'. La ragazza porta le pappagalle, le mette vicino a quelli del prete che stavano dicendo il rosario.

Le due iniziano:Ciao, siamo due prostitute! Volete divertirvi un po'?'. E un pappagallo all'altro: 'Metti via la
bibbia Frank! Le nostre preghiere sono state esaudite!'.

_________________
La vita e' un dono meraviglioso non sciuparlo
Life is a wonderful gift so' do not ruin it  


Back to top Go down
View user profile
Candy Candy
WEBMASTER
WEBMASTER
avatar

Female
Numero di messaggi : 18534
Età : 51
Località : Straniera
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 2008-05-27

PostSubject: Re: Il primo giornalino ottobre 2008   Wed Oct 29, 2008 4:16 am

Perché le donne stanno così tanto nei bagni pubblici?





Il grande segreto di tutte le donne rispetto ai bagni è che da bambina tua mamma ti portava in bagno, puliva la tavolozza, ne ricopriva il perimetro con la carta igienica e poi ti spiegava: "MAI, MAI appoggiarsi sulgabinetto" e poi ti mostrava "la posizione" che consiste nel bilanciars sulla tazza facendo come per sedersi ma senza che il corpo venga a contatto con la tavolozza.
"La posizione" è una delle prime lezioni di vita di una bambina,

importantissima e necessaria, deve accompagnarci per il resto

della vita. Ma ancora oggi, da adulte, "la posizione" è

terribilmente difficile da mantenere, quando hai la vescica che sta per esplodere.

Quando "devi andare" in un bagno pubblico, ti ritrovi con una coda

di donne che ti fa pensare che dentro ci sia Brad Pitt. Allora ti metti buona ad aspettare, sorridendo amabilmente alle altre che aspettano anche
loro con le gambe e le braccia incrociate.
È la posizione ufficiale di "me la sto facendo addosso".
Finalmente tocca a te, ma arriva sempre la mamma con "la bambina

piccola che non può più trattenersi" e ne approfittano per passare avanti tutte e due!
A quel punto controlli sotto le porte per vedere se ci sono gambe.
Sono tutti occupati.
Finalmente se ne apre uno e ti butti addosso alla persona che esce.
Entri e ti accorgi che non c'è la chiave (non c'è mai); non importa...

Appendi la borsa a un gancio sulla porta, e se non c'è (non c'è

mai), ispezioni la zona, il pavimento è pieno di liquidi non ben definiti e

non osi poggiarla lì, per cui te la appendi al collo ed è

pesantissima, piena com'è di cose che ci hai messo dentro, la maggior parte delle quali non usi ma le tieni perché non si sa mai. Tornando alla porta... dato che non c'è la chiave, devi tenerla con una mano, mentre con l'altra ti abbassi i pantaloni e assumi "la posizione"... AAhhhhhh... finalmente..
A questo punto cominciano a tremarti le gambe... perché sei sospesa

in aria, con le ginocchia piegate, i pantaloni abbassati che ti bloccano la

circolazione, il braccio teso che fa forza contro la porta e una

borsa di 5 chili appesa al collo. Vorresti sederti, ma non hai avuto il tempo di pulire la tazza né di coprirla con la carta, dentro di te pensi che non succederebbe nulla ma la voce di tua madre ti risuona in testa

"non sederti mai su un gabinetto pubblico!", così rimani nella

"posizione", ma per un errore di calcolo un piccolo zampillo ti schizza sulle calze!!! Sei fortunata se non ti bagni le scarpe. Mantenere "la posizione richiede grande concentrazione. Per allontanare dalla mente questa disgrazia, cerchi il rotolo di carta igienica maaa, cavolo...! non ce n'è...! (mai).

Allora preghi il cielo che tra quei 5 chili di cianfrusaglie che hai in

borsa ci sia un misero kleenex, ma per cercarlo devi lasciare andare la

porta, ci pensi su un attimo, ma non hai scelta. E non appena lasci la porta, qualcuno la spinge e devi frenarla con un movimento brusco, altrimenti tutti ti vedranno semiseduta in aria con i pantaloni abbassati. NO!! Allora urli

"O-CCU-PA-TOOO!!!", continuando a spengere la porta con la mano

libera, e a quel punto dai per scontato che tutte quelle che aspettano fuori abbiano sentito e adesso puoi lasciare la porta senza paura, nessuno oserà aprirla di nuovo (in questo noi donne ci rispettiamo molto) e ti rimetti a cercare il keenex, vorresti usarne un paio ma sai quanto possono tornare utili in casi come questi e ti accontenti di uno, non si sa mai. In questo preciso momento si spegne la luce automatica, ma in un cubicolo cosi' minuscolo non sarà tanto difficile trovare l'interruttore! Riaccendi la luce con la mano del kleenex, perché l'altra sostiene i pantaloni, conti i secondi che ti restano per uscire di lì, sudando perché hai su il cappotto che non avevi dove appendere e perché in questi posti fa sempre un caldo terribile.

Senza contare il bernoccolo causato dal colpo di porta, il dolore al

collo per la borsa, il sudore che ti scorre sulla fronte, lo schizzo sulle

calze... il ricordo di tua mamma che sarebbe vergognatissima se ti

vedesse così; perché il suo CUBO non ha mai toccato la tavolozza di un bagno pubblico, perché davvero "non sai quante malattie potresti prenderti qui".

Ma la debacle non è finita... sei esausta, quando ti metti in piedi

non senti più le gambe, ti rivesti velocemente e soprattutto tiri lo

sciacquone!
Se non funziona preferiresti non uscire più da quel bagno, che

vergogna!

Finalmente vai al lavandino. È tutto pieno di acqua e non puoi

appoggiare la borsa, te la appendi alla spalla, non capisci come funziona il rubinetto con i sensori automatici e tocchi tutto finché riesci finalmente a lavarti le mani in una posizione da gobbo di Notredame per non far cadere la borsa nel lavandino;

l'asciugamani è così scarso che finisci per asciugarti le mani nei

pantaloni, perché non vuoi sprecare un altro kleenex per questo!

Esci passando accanto a tutte le altre donne che ancora aspettano con le gambe incrociate e in quei momenti non riesci a sorridere spontaneamente, cosciente del fatto che hai passato un'eternità là dentro. Sei fortunata se non esci con un pezzo di carta igienica attaccato alla scarpa o peggio ancora con la cerniera abbassata! A me è capitato una volta, e non sono l'unica a quanto ne so! Esci e vedi il tuo ragazzo che è già uscito dal bagno da un pezzo e gli è rimasto perfino il tempo di leggere Guerra e Pace mentre ti aspettava. "Perché ci hai messo tanto?" ti chiede irritato.
"C'era molta coda" ti limiti a rispondere.
E questo è il motivo per cui noi donne andiamo in bagno in gruppo,

per solidarietà, perché una ti tiene la borsa e il cappotto, l'altra ti

tiene la porta e l'altra ti passa il kleenex da

sotto la porta; così è molto più semplice e veloce perché tu devi

concentrarti solo nel mantenere "la posizione". E la dignità.

*Questo è dedicato alle donne di tutto il mondo che hanno usato un

bagno pubblico e a voi uomini, perché capiate come mai ci stiamo tanto. *

_________________
La vita e' un dono meraviglioso non sciuparlo
Life is a wonderful gift so' do not ruin it  


Back to top Go down
View user profile
Candy Candy
WEBMASTER
WEBMASTER
avatar

Female
Numero di messaggi : 18534
Età : 51
Località : Straniera
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 2008-05-27

PostSubject: Re: Il primo giornalino ottobre 2008   Wed Oct 29, 2008 4:17 am

> La filosofia!
>
> Quando ti sembra di avere troppe cose da gestire nella vita, quando 24 ore
> in un giorno non sono abbastanza... ricordati del vaso della maionese e
> dei due bicchieri di vino...
>
> Un professore stava davanti alla sua classe di filosofia e aveva davanti
> alcuni oggetti, quando la classe incominci a zittirsi prese un grande
> barattolo di maionese vuoto e lo inizio´ a riempire di palline da golf,
> chiese poi agli studenti se il barattolo fosse pieno e questi risposero
> che lo era.
> Il professore allora prese un barattolo di ghiaia e la rovesciò nel
> barattolo di maionese, lo scosse leggermente e i sassolini si
> posizionarono negli spazi vuoti tra le palline da golf.
> Chiese di nuovo agli studenti se il barattolo fosse pieno e questi
> concordarono che lo era.
> Il professore prese allora una scatola di sabbia e la rovesciò nel
> barattolo, ovviamente la sabbia si sparse ovunque all'interno.
> Chiese ancora una volta se il barattolo fosse pieno e gli studenti
> risposero con un unanime 'si'.
> Il professore estrasse quindi due bicchieri di vino da sotto la cattedra e
> rovesciò il loro intero contenuto nel barattolo
> andando così effettivamente a riempire gli spazi vuoti nella sabbia;
> gli studenti risero.
> 'Ora', disse il professore non appena la risata si fu placata, voglio che
> consideriate questo barattolo come la vostra vita:
> le palline:P da golf sono le cose importanti; la vostra famiglia, i vostri >
> bambini, la vostra salute, i vostri amici e le vostre passioni, le cose
> per cui, se anche tutto il resto andasse perduto, e solo queste
> rimanessero, la vostra vita continuerebbe ad essere piena; i sassolini
> sono le altre cose che hanno importanza come il vostro lavoro, la casa,
> la macchina... la sabbia è tutto il resto, le piccole cose.
> Se voi mettete nel barattolo la sabbia per prima non ci sarà spazio per la
> ghiaia e nemmeno per le palline:P da golf, lo stesso vale per la vita, se
> spendete tutto il vostro tempo e le vostre energie dietro le piccole cose
> non avrete più spazio per le cose che sono importanti per voi.
> Prestate attenzione alle cose che sono indispensabili per la vostra
> felicità; giocate con i vostri bambini, godetevi la famiglia e genitori
> fin che ci sono.... portate il vostro compagno/a fuori a cena... e non
> solo nelle occasioni importanti !
> tanto ci sarà sempre tempo per pulire la casa o fissare gli appuntamenti.
> Prendetevi cura per prima delle palline:P da golf,le cose che contano davvero.
> Fissate le priorità... il resto è solo sabbia.'
> Uno degli studenti alzò la mano e chiese cosa rappresentasse il vino.
> Il professore sorrise: 'Sono felice che tu l'abbia chiesto, serve
> solo per mostrarvi che non importa quanto piena possa sembrare la vostra
> vita, ci sarà sempre spazio per un paio di
> bicchieri di vino con un amico'.
>
> Condividete questo con un amico, io l'ho appena fatto.


Per leggere e commentare usare il link

http://bollicine.my-free-forums.com/svago-giochi-divertimento-f4/

siamo spiacenti per i non registrati, gli ospiti non possono accedere al forum di SVAGO

_________________
La vita e' un dono meraviglioso non sciuparlo
Life is a wonderful gift so' do not ruin it  


Back to top Go down
View user profile
Candy Candy
WEBMASTER
WEBMASTER
avatar

Female
Numero di messaggi : 18534
Età : 51
Località : Straniera
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 2008-05-27

PostSubject: Re: Il primo giornalino ottobre 2008   Wed Oct 29, 2008 4:18 am









'a gente

di Eduardo de Filippo

'A ggente ca me vede mmiez' 'a via
me guarda nfaccia e ride. Ride e passa.
Le vene ammente na cummedia mia,
se ricorda ch'è comica, e se spassa.

Redite pè cient'anne! Sulamente,
v' 'o vvoglio dì pè scrupolo 'e cuscienza:
io scrivo 'e fatte comiche d' 'a ggente...
E a ridere, truvate cunvenienza?


...Nun credo

La gente


La gente che mi vede in mezzo alla strada
mi guarda in faccia e ride . Ride e passa.
gli viene in mente una mia commedia,
si ricorda che e' comica e si diverte.

Ridete per cento anni. Soltanto,
ve lo voglio dire per scrupolo e coscienza:
io scrivo i fatti comici della gente...
e da ridere trovate la convenienza ?

..Non credo



ie so napulitan,anema e vita aneme e core.
pe me' e' na calamita o ciele e sta citta
a la' cant o vesuvio canzon e nuvita
o mare cu pusilleche
le fann o cor a ca''

e cant pe stu popele,stu popele sincere
ch'e sempe triste e allere

ca chiagne e vo cant

ammore mie perdoname,,,,
si me vuo' bene tu...
parlame sempe e napole,,napolee niente cchiu'


DI EDUARDO DE FILIPPO :NAPOLI MILIONARIA

VI RIPORTO IL FINALE!

(Amalia e Gennaro seduti vicino al tavolo)

GENNARO: TEH...Pìgliate nu surzo 'e cafè......
S'ha da aspettà, Amà. Ha da passà 'a nuttata.



TRADUZIONE:

(visto che la figlia stava molto male...ma aveva ricevuto
finalmente la medicina tanto attesa....)

GENNARO : TIENI...PRENDITI UN SORSO DI CAFFE'...
SI DEVE ASPETTARE, AMALIA.

"DEVE PASSARE LA NOTTATA" (NOTTE)!!!

by daisy

_________________
La vita e' un dono meraviglioso non sciuparlo
Life is a wonderful gift so' do not ruin it  


Back to top Go down
View user profile
Candy Candy
WEBMASTER
WEBMASTER
avatar

Female
Numero di messaggi : 18534
Età : 51
Località : Straniera
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 2008-05-27

PostSubject: Re: Il primo giornalino ottobre 2008   Wed Oct 29, 2008 4:19 am

storta va deritta vene,sempe stort nu po' ghi,spisse o male porta o ben,po tarda ma adda veni'..nu mme mportane manche e femmene si minacciane nfamita'..nun me pigle mai n'ombra e collera..quanta felicitaaa
sarra' stu sole e sta citta sarra' stu mare e sta' citta'..sarra ci o sape che sarra' ca tutt e uaje me fa scurda???


traduzione:
storta va..dritta viene, sempre storta non può andare, spesso il male porta il bene, può tardare ma deve venire..non mi importa neanche delle donne se minacciano cattiverie...non mi assale mai la rabbia..quanta felicità
sarà il sole di questa città sarà il mare di questa città...sarà ...chi lo sa cosa sarà che tutti i guai mi fa dimenticare???

'O paese d'o sole

Ogge sto tanto allero
ca quase quase me mettesse a chiagnere
pe' sta felicità.
Ma è overo o nun è overo
ca so' turnato a Napule?
Ma è overo ca sto ccà?
O treno steva ancora int' 'a stazione
quanno aggio 'ntiso 'e primme manduline.


Chist'è 'o paese d' 'o sole,
chist'è 'o paese d' 'o mare,
chist'è 'o paese addo' tutt' 'e pparole,
so' doce o so' amare,
so' sempe parole d'ammore...


'Sta casa piccerella,
sta casarella mia 'ncoppo Pusilleco
luntano chi t' 'a da'?...
'Sta casa puverella
tutta addurosa 'anepeta
se putarria pitta'...
'Acca' nu ciardiniello sempe 'nfiore;
e dirimpetto 'o mare, sulo 'o mare!


Chist'è 'o paese d' 'o sole,
chist'è 'o paese d' 'o mare,
chist'è 'o paese addo' tutt' 'e pparole,
so' doce o so' amare,
so' sempe parole d'ammore!


Tutto, tutto è destino...
comme puteve fa fortuna all'estero
s'io voglio campa' ccà?
Mettite 'nfrisco 'o vino!
tanto ne voglio vevere
ca m'aggio 'mbriaca'...
Dint'a sti quatto mura 'i sto cuntento:
mamma me sta vicino, e nenna canta:


Chist'è 'o paese d' 'o sole,
chist'è 'o paese d' 'o mare,
chist'è 'o paese addo' tutt' 'e pparole,
so' doce o so' amare,
so' sempe parole d'ammore!



( L. Bovio - V. D'Annibale, 1925 ).




Il paese del sole

Oggi sono tanto allegro
che quasi quasi mi metterei a piangere
per questa felicità.
Ma è vero o non è vero
che sono tornato a Napoli?
Ma è vero che sono qua?
Il treno era ancora nella stazione
quando ho sentito i primi mandolini.


Questo è il paese del sole,
questo è il paese del mare,
questo è il paese dove tutte le parole,
sono dolci o sono amare,
sono sempre parole d'amore...


Questa casa piccola,
questa casetta mia a Posillipo
lontano chi te le dà?...
questa casa poveretta
tutta odorosa di anepeta
si potrebbe dipingere...
Qua un giardinetto sempre in fiore;
e di fronte il mare, solo il mare!


Questo è il paese del sole,
questo è il paese del mare,
questo è il paese dove tutte le parole,
sono dolci o sono amare,
sono sempre parole d'amore...


Tutto, tutto è destino...
come potevo far fortuna all'estero
se io voglio vivere qua?
Mettete in fresco il vino!
ne voglio bere tanto
che mi devo ubriacare...
In queste quattro mura io sono contento:
mamma mi sta vicino, e la mia donna canta:


Questo è il paese del sole,
questo è il paese del mare,
questo è il paese dove tutte le parole,
sono dolci o sono amare,
sono sempre parole d'amore...



( L. Bovio - V. D'annibale, 1925 )

_________________


by daisy

_________________
La vita e' un dono meraviglioso non sciuparlo
Life is a wonderful gift so' do not ruin it  


Back to top Go down
View user profile
Candy Candy
WEBMASTER
WEBMASTER
avatar

Female
Numero di messaggi : 18534
Età : 51
Località : Straniera
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 2008-05-27

PostSubject: Re: Il primo giornalino ottobre 2008   Wed Oct 29, 2008 4:20 am

A PIZZA La pizza

Io te 'ncuntraje:
na vocca rossa comm'a na cerasa,
na pelle prufumata 'e fronne 'e rose....
io te 'ncuntraje...
Volevo offrirti,
pagandolo anche a rate...
nu brillante
'e quínnece carate...

Ma tu vulive 'a pizza,
'a pizza, 'a pizza...
cu 'a pummarola 'ncoppa,
cu 'a pummarola 'ncoppa,
Ma tu vulive 'a pizza,
'a pizza, 'a pizza,
cu 'a pummarola 'ncoppa...
'a pizza e niente cchiù!...

II

Io te purtaje
addó' ce stanno 'e meglie risturante...
addó' se mangia mentre 'o mare canta...
io te purtaje...
Entusiasmato 'a tutte st'apparate,
urdinaje
nu cefalo arrustuto...

Ma tu vulive 'a pizza,
...................................

III

Io te spusaje...
'o vicinato e 'a folla d''e pariente,
facevano nu sacco 'e cumplimente,
io te spusaje...
All'improvviso,
tra invite e battimane,
arrevaje
na torta 'e cinche piane...

Ma tu vulive 'a pizza,
...................................



Io t'incontrai:
una bocca rossa come una ciliegia,
una pelle profumata di foglie di rosa...
io ti'incontrai...
Volevo offrirti,
pagandolo anche a rate...
un brillante
di quindici carati.....

Ma tu volevi la pizza,
la pizza, la pizza...
con il pomodoro sopra,
con il pomodoro sopra,
Ma tu volevi la pizza,
la pizza, la pizza...
con il pomodoro sopra,
la pizza e niente più!...

Io ti portai
dove ci sono i migliori ristoranti
dove si mangia mentre il mare canta
io ti portai...
Entusiasmato da tutti questi apparati
ordinai
un cefalo arrostito...

Ma tu volevi la pizza,
la pizza, la pizza...
con il pomodoro sopra,
con il pomodoro sopra,
Ma tu volevi la pizza,
la pizza, la pizza...
con il pomodoro sopra,
la pizza e niente più!...

Io ti sposai
il vicinato e la folla di parenti,
facevano un sacco di complimenti
io ti sposai...
All'improvvisono tra inviti e battimani,
arrivvò
una torta di cinque piani...

Ma tu volevi la pizza...

Testa - Martelli



'O rraù


'O rraù ca me piace a me
m' 'o ffaceva sulo mammà.
A che m'aggio spusato a te,
ne parlammo pè ne parlà.
Io nun sogno difficultuso;
ma luvàmell' 'a miezo st'uso.

Sì, va buono: cumme vuò tu.
Mò ce avèssem' appiccecà?
Tu che dice? Chest'è rraù?
E io m'a 'o mmagno pè m' 'o mangià...
M' 'a faje dicere na parola?
Chesta è carne c' 'a pummarola.

1947

Eduardo De Filippo

trad...
il regù che piaceva am e me lo faceva solo mammà da che mi sono sposato con te ne parliamo per parlare...io non sono difficoltoso ma leviamo da mezzo questa usanza.
si va vene...come vuoi tu..mo devessimo litigare? tu che dici che questo è ragù? io lo mangio per mangiare...me la fai dire una parola? questa è carne con "à pummarola"


by daisy

_________________
La vita e' un dono meraviglioso non sciuparlo
Life is a wonderful gift so' do not ruin it  


Back to top Go down
View user profile
Candy Candy
WEBMASTER
WEBMASTER
avatar

Female
Numero di messaggi : 18534
Età : 51
Località : Straniera
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 2008-05-27

PostSubject: Re: Il primo giornalino ottobre 2008   Wed Oct 29, 2008 4:21 am










by daisy

Per leggere e commentare usare il link

http://bollicine.my-free-forums.com/svago-giochi-divertimento-f4/a-citta-e-pulecenella-t1104.htm

siamo spiacenti per i non registrati, gli ospiti non possono accedere al forum di SVAGO e alla citta di pulcinella

_________________
La vita e' un dono meraviglioso non sciuparlo
Life is a wonderful gift so' do not ruin it  


Back to top Go down
View user profile
Candy Candy
WEBMASTER
WEBMASTER
avatar

Female
Numero di messaggi : 18534
Età : 51
Località : Straniera
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 2008-05-27

PostSubject: Re: Il primo giornalino ottobre 2008   Mon Dec 01, 2008 3:19 am





La fitoterapia è la scienza che cura e allevia i disturbi con l'ausilio delle erbe...è quello che sta alla base della medicina moderna.Dai principi naturali di alcune piante si è venuti a creare le stesse sostanze chimicamente!!!La fitocosmesi è l'uso delle piante in cosmetica al posto di composti chimici!!!Si fruttano le proprietà delle piante per prevenire e curare alcuni disturbi della pelle e per migliorarla esteticamente!!!

A cura di gio69


L'autunno è alle porte..gli sbalzi di temperatura,l'abbigliamento inadeguato,possono portare a dei fastidiosissimi raffreddamenti....cerchiamo di capire come prevenirli o come curarli.
Ottima prevenzione è l'assunzione di Echinacea e rosa canina accompagnati da fermenti lattici.Il oro uso può anche essere protratto per tre mesi,senza pericolo di assuefazione.
In caso di raffreddamento in corso alle sostanze sopra indicate si può aggiungere anche il propoli,disponibile in pastiglie effervescenti con l'aggiunta di salice bianco(l'equivalente naturale dell'acido acetilsalicidico che si trova nelle comuni aspirine).Per decongestionare le vie respiratorie sono un valido aiuto tisane o fumenti a base di eucalipto,timo e grindelia.
Per chiunque sia interessato a conoscere più nei dettagli le caratteristiche e le proprietà delle sostanze indicate può tranquillamente farmi domande specifiche,così come sarò felice di rispondere a qualsiasi richiesta di informazioni o consigli per disturbi particolari....
Preparare la pelle al cambio di stagione è un passo molto importante.Per iniziare è necessario fare un bel peeling dolce per esfoliare e favorire il rinnovamento cellulare e per eliminare eventuali macchie lasciate dall'abbronzatura che,purtroppo,sta andando via.Ottimi sono quelli a base di amamelide e arancio con microgranuli.Subito dopo bisognerebbe picchiettare del tonico per favorire il richiudersi dei pori e la scelta deve essere fatta in base alla vostra pelle(leggermete astringente per le pelli grasse,idratante per quelle secche e lenitivo per le sensibili).
A questo punto possiamo passare la crema.Cercate di scegliere una crema con componenti vegetali e non minerali,con una buona base idratante e poi con quei fattori specifici per le vostre esigenze.Dai 25 anni sarebbe opportuno iniziare ad usare un primo anti età,in quanto è circa dai 25 anni che il rinnovamento cellulare rallenta.Per sfruttare al meglio le proprietà del prodotto che stendete sul viso,vi consiglio di prelevare una giusta quantità di prodotto,massaggiarlo per qualche secondo sulla punta delle dita(per penetrare meglio la crema deve essere a temperatura ambiente)e poi massaggiarla sul viso con movimenti circolari fino a completo assorbimento...questa operazione consentirà di favorire la microcircolazione,quindi un migliore assoebimento,favorisce il rinnovamento cellulare e migliora il colorito!!!
Ora...si può passare al trucco....ma ricordate..la pelle ha bisogno di respirare!!!Evitate make up "pesanti" e possibilmente usate prodotti dalla texure compatta ma leggera e idratante e alla sera non dimenticate di struccarvi con cura.Il trucco è un elemento importante,non solo per ottimizzare la nostra bellezza,ma anche per proteggere la pelle dalle aggressioni esterne(smog,vento,freddo)...l'importante che sia fatto con prodotti che non ostruiscano i pori e con una buona base idratante.
Questi sono consigli per tutti...per specifiche problematiche legate ai diversi tipi di pelle,sono a vostra disposizione


by gio69

_________________
La vita e' un dono meraviglioso non sciuparlo
Life is a wonderful gift so' do not ruin it  




Last edited by BOLLICINA on Mon Dec 01, 2008 3:22 am; edited 1 time in total
Back to top Go down
View user profile
Candy Candy
WEBMASTER
WEBMASTER
avatar

Female
Numero di messaggi : 18534
Età : 51
Località : Straniera
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 2008-05-27

PostSubject: Re: Il primo giornalino ottobre 2008   Mon Dec 01, 2008 3:20 am


Bella da vedere e buona da mangiare, ma anche amica della salute. L’uva, frutto settembrino per antonomasia, nasconde virtù terapeutiche.
«Ogni acino contiene nella buccia e nella polpa una mini-farmacia», utile contro scompenso cardiaco e neuropatie, alleata anti-invecchiamento e cura di bellezza per pelle e capelli. A promuovere i grappoli cari a Bacco è Chiara Trombetti, dietista dell’Istituto clinico Humanitas Gavazzeni di Bergamo. «L’uva ha notevoli qualità di cui può beneficiare il nostro organismo», spiega l’esperta sulla newsletter online «Humanitas Salute». Per esempio, «la spremitura dei vinaccioli dà un olio ricco di acidi grassi polinsaturi che aiutano a tenere sotto controllo i livelli di colesterolo nel sangue». Ma l’uva fa bene anche mangiata in grappolo. «Nella polpa troviamo grandi quantità di glucosio, ma anche levulosio e saccarosio, elementi energetici e nutrienti per eccellenza», sottolinea Trombetti. Oltre a pectine e acido tartarico, «che hanno funzione protettiva nei confronti del tubo digerente».



Amica del cuore, anti-ossidante, depurativa
E ancora, «Grazie alla presenza di potassio, l’uva ha un effetto diuretico» utile «ai neuropatici e ai malati di cuore che tendono allo scompenso», nonché un’azione «depurante dell’organismo. Per questo, nonostante sia zuccherina, può essere indicata, ma in quantità limitate, nelle diete dimagranti come alimento disintossicante», dice la dietista. Inoltre l’uva, con «il complesso vitaminico (A, C, PP,B1, B2) che contiene, e i molti sali minerali come il sodio, il calcio, il potassio, il magnesio e il manganese, lo iodio, il fosforo, il ferro e il cromo», esercita «una benefica azione sulla pelle e sui capelli, oltre agli effetti anti-invecchiamento e anti-radicali liberi». Rossa o bianca non fa differenza.


LaStampa


by lilla'

_________________
La vita e' un dono meraviglioso non sciuparlo
Life is a wonderful gift so' do not ruin it  


Back to top Go down
View user profile
Candy Candy
WEBMASTER
WEBMASTER
avatar

Female
Numero di messaggi : 18534
Età : 51
Località : Straniera
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 2008-05-27

PostSubject: Re: Il primo giornalino ottobre 2008   Mon Dec 01, 2008 3:21 am

LA VITAMINA C O acido ascorbico.
E' ampiamente distribuita nel mondo vegetale. Una riserva importante si trova nelle ghiandole surrenali e nei momenti di maggior tensione s'impoverisce notevolmente, nei momenti di stress le surrenali rilasciano epinefrina e norepinefrina
E' solubile in acqua, poco in alcool. In soluzione acquosa rapidamente si ossida in presenza di metalli, alcali, luce, ossigeno.
E’ necessario un rifornimento continuo, infatti il corpo umano non è capace di sintetizzarla. Vanno bene 200 mg al giorno (100 mg al mattino e 100 mg nella colazione del pomeriggio, verso le 17:00).

Aumenta la resistenza dell’organismo, rafforza la funzione dei fagociti, aumenta la produzione di anticorpi, stimola la sintesi di interferone, la biosintesi della carnitina, anticolesterolo, antistress, distrugge i radicali liberi ossigenati, il radicale ossidrile, il radicale superossido, il radicale di ossigeno, partecipa ai processi di respirazione cellulare, interviene nello sviluppo dei fibroplasti, nella sintesi del collagene, nella formazione degli ormoni surrenalici, favorisce l'assorbimento del ferro (in dosi di 200-500 mg) incrementando il tasso di emoglobina, zinco, calcio, magnesio, etc., contrasta gli effetti tossici della nicotina, del benzoato, dei composti azotati, dei citotossici, delle radiazioni ionizzanti, inattiva le tossine batteriche, interviene nel trasporto dell'ossigeno e degli elettroni, indispensabile per le attività vitali di tutte le cellule, indispensabile per la produzione di energia soprattutto muscolare, previene l'accumulo di istamina (responsabile di allergie), modula le prostaglandine (mediatori dei processi infiammatori), previene la degenerazione cellulare (fra cui il processo di invecchiamento), previene i danni provocati dal formolo, protegge occhio e polmone, converte cistina (da origine alimentare) in cisteina, etc. etc.

Una sua funzione molto importante è quella di mantenere in attività il collagene, una proteina necessaria per la formazione del tessuto connettivo della pelle, dei legamenti e delle ossa. La vitamina C ha un ruolo rilevante nella rimarginazione delle ferite e delle ustioni perché facilita la formazione del tessuto connettivo della cicatrice.Contrasta gli effetti tossici del fumo di tabacco, dei gas di scarico degli autoveicoli, etc.
La vitamina C ha un ruolo rilevante nella rimarginazione delle ferite e delle ustioni perché facilita la formazione del tessuto connettivo della cicatrice.
La vitamina C in soluzione è acida, ph=2.4 . E' idrosolubile quindi è presente nei fluidi corporei. Rigenera la vitamina E. Agisce contro OH-, O2-Contenuta in frutta e verdura, frattaglie (fegato e reni). Pochissimo contenuta in latte e carne.
Il livello di acido ascorbico nel sangue raggiunge la punta massima due o tre ore dopo l’ingestione di una quantità media, per poi diminuire quando inizia l’eliminazione attraverso le urine e la sudorazione. La maggior parte della vitamina C viene eliminata dal corpo in tre o quattro ore, ecco perché essa deve essere assunta diverse volte al giorno. Una maggiore eliminazione della vitamina C attraverso le vie urinarie dovuta ad una maggiore assunzione della vitamina non significa che i tessuti del corpo sono saturi. Il livello di vitamina C nel sangue tornerà ai livelli medi in 12 o 13 ore, indifferentemente dalla quantità assunta. Per mantenere un giusto livello della vitamina nel siero, bisognerebbe assumerla ad intervalli di tre o quattro ore. L’eccesso di vitamina C che arriva alla vescica può prevenire il cancro alla vescica.
E' una vitamina estremamente labile, e viene distrutta rapidamente dalla cottura, dall'esposizione all'aria e alla luce. La conservazione riduce molto il contenuto di vitamina C.
Il succo d’arancia, se viene conservato coperto nel frigorifero, conserverà la sua forza per diversi giorni. Quanto più freschi e meno cotti saranno gli alimenti maggiore sarà la quantità di vitamina contenuta. Tra i metodi di cottura da preferire ricordiamo il forno a microonde, il vapore e la frittura rapida. I gambi dei broccoli conservano la vitamina molto più a lungo delle infiorescenze. Gli spinaci perdono 105 mg della vitamina nel giro di 10 giorni. I peperoni dolci possono essere conservati per 3 settimane con una perdita minima.
La capacità dell’organismo di assorbire la vitamina C viene ridotta dal fumo, dallo stress, dalla febbre alta o dall’inalazione di gas derivati dalla combustione del petrolio. I sulfamidici aumentano l’eliminazione della vitamina C attraverso le vie urinarie di due o tre volte rispetto alla quantità normale. Il bicarbonato di sodio crea un ambiente alcalino che distrugge la vitamina C. Inoltre quantità d’acqua eccessive impoveriscono le riserve organiche di vitamina C.
I contraccettivi orali ne diminuiscono l'effetto. I salicilati, i sulfamidici, le tetracicline, il fumo, l'aspirina ne riducono l'assorbimento.
La sospensione improvvisa di vitamina C in soggetti che la assumono regolarmente, può rilevare sintomi da carenza.
Per uso esterno, la vitamina C è un potente antiossidante ed opportunamente formulato è capace di penetrare nella cute, proteggerla contro i danni indotti dai raggi U.V., stimola la crescita dei fibroplasti e la sintesi di nuovo collagene. La vitamina C e la [url=https://secure.netsolhost.com/anagen.net/ve.htm]vitamina E combinate insieme, proteggono le componenti idrofile e lipofile della cute, riducendo i danni indotti da UVA, UVB.
Se viene assunta vitamina C sufficiente per saturare i tessuti, essa entra nelle cellule e distrugge i virus momentaneamente inattivi. Per più di 25 anni il dott. Frederick Klenner di Reidsville, in North Carolina, ha usato la vitamina C nel trattamento di malattie virali. La sua terapia si basa sulla somministrazione, per via endovenosa o per via orale, di 20-40 grammi di vitamina C al dì.
La vitamina C è importante per il recupero di pazienti colpiti da attacco cardiaco, prevenendo la dannosa azione dei radicali liberi. Comunque, il cuore assorbirà una così grande quantità di vitamina C da altri tessuti del corpo, che sarà necessaria un’integrazione sufficiente. Alcuni medici scozzesi sostengono che la vitamina C contrasta le emorragie del tratto intestinale causate dall’aspirina o dall’alcool. L’emorragia può anche continuare o rincominciare se non è presente vitamina C sufficiente per chiudere le lesioni.
La vitamina C può bloccare la formazione di sostanze cancerogene come le nitrosammine. Queste sostanze si trovano nei cosmetici, nei prodotti a base di tabacco, nel fumo di sigaretta, nelle bevande a base di malto e nelle carni trattate (ad alcuni tipi di salumi viene aggiunta la vitamina C per evitare che le nitrosammine entrino nell’organismo). Si riporta che alcuni individui sono stati guariti dal cancro con l’assunzione di 10 grammi di vitamina C al giorno.
La mancanza di vitamina C può essere causa di infarti e di ictus, provocati da coaguli. La carenza può causare degenerazione muscolare che può includere il cuore. E’ noto che il fumo diminuisce il livello di acido ascorbico nel sangue. Ad un campione di sangue umano di cui si conosceva con precisione il contenuto di acido ascorbico è stato aggiunta nicotina. Il contenuto di acido ascorbico è diminuito di una percentuale dal 24 al 31%.
Gli etilisti hanno un tasso bassissimo di vitamina C nel siero perché la vitamina è utilizzata per eliminare gli effetti tossici dell’alcool.
Segni di carenza sono respiro corto, cattiva digestione, capelli fragili con doppie punte, capelli che si spezzano sottopelle e che si attorcigliano, capelli secchi e annodati, scarsità di latte, rottura dei vasi sanguigni causa di sanguinamento delle gengive alla base dei denti, rottura dei capillari causa di emorragie puntiformi, problemi alla pelle, indebolimento dello smalto, tendenza alla formazione di ematomi, giunture gonfie o doloranti, perdita di sangue dal naso, anemia, diminuita resistenza alle infezioni, lenta guarigione di fratture e ferite. I denti possono essere meno saldi e perdere le otturazioni. Anche carenze minime di vitamina C possono causare disturbi alle gengive che permettono ai batteri e alle sostanze tossiche di penetrare nei tessuti causando periodontopatie.
Protegge il materiale genetico dello sperma e garantisce la buona salute della progenie. E' importante per gli ormoni e combatte le infezioni
Tra gli alimenti che lo contengono di più : arance, kiwi (circa 85mg per etto) e soprattutto le cime di rape (circa 110mg per etto).
Vi è un effetto della vitamina C, presa in forti dosi, che è stato riferito da molti: si tratta dell'effetto lassativo.
Nella letteratura medica non viene riferito neppure un caso di formazione di calcoli renali in seguito all'assunzione di forti dosi di vitamina C.
Sussiste tuttavia la possibilità che alcune persone abbiano una tendenza accentuata a produrre calcoli renali di ossalato di calcio in seguito all'assunzione di forti dosi di vitamina C.
E' noto che l'acido ascorbico (vitamina C) può essere ossidato nell'organismo diventando acido ossalico.
Appare verosimile che la maggior parte della gente non vada incontro a problemi relativi all'acido ossalico prendendo forti dosi di vitamina C, ma un certo numero di persone dovrà fare attenzione, proprio come deve stare attento a non mangiare troppi spinaci o rabarbaro, che hanno un alto contenuto di ossalati."

Quantità supplementari di vitamina C presenti nell'urina potrebbero far sì che i normali esami di dosaggio del glucosio nell'urina diano un risultato positivo falso. Un altro esame che può essere falsato è quello del sangue nelle feci.
Perciò nei giorni precedenti un esame sospendere l'assunzione di vitamina C.
Le compresse di vitamina C possono danneggiare lo smalto dei denti.
I cibi devono essere freschi, crudi o solo scottati, poiché calore e luce distruggono la vitamina C.


by lilla'

_________________
La vita e' un dono meraviglioso non sciuparlo
Life is a wonderful gift so' do not ruin it  


Back to top Go down
View user profile
Candy Candy
WEBMASTER
WEBMASTER
avatar

Female
Numero di messaggi : 18534
Età : 51
Località : Straniera
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 2008-05-27

PostSubject: Re: Il primo giornalino ottobre 2008   Mon Dec 01, 2008 3:23 am




Il Diabete Mellito è una condizione caratterizzata da un patologico aumento della concentrazione di glucosio nel sangue. Responsabile di questo fenomeno è un difetto assoluto o relativo di insulina, ormone secreto dalle insule di Langherhans del pancreas ed indispensabile per il metabolismo degli zuccheri. Si ritiene normale la glicemia fino al valore di 110 mg/dl, i valori compresi fra 110 e 125 definiscono la condizione di alterata glicemia a digiuno (IFG). Valori di glicemia uguali o superiori a 126 mg/dl. Sono sufficienti secondo l'American Diabetes Association a porre diagnosi di diabete. La diagnosi di Diabete è certa con un valore = a 200 mg/dl, rilevato in qualunque momento della giornata o due ore dopo un carico di glucosio. Valori di glicemia compresi fra 140 a 200 dopo un carico di glucosio definiscono invece la ridotta tolleranza al glucosio (IGT). IFG ed IGT possono evolvere nel tempo verso un Diabete conclamato.La vera spada di Damocle del diabetico sta nel rischio che la sua patologia possa degenerare nelle "complicanze", spesso legate alla durata e al compenso metabolico.
Gli organi bersaglio sono l'occhio, il rene, il sistema nervoso e il sistema cardiovascolare.

Il disturbo oculare più frequente è la retinopatia emorragico-essudativa, mentre il più importante è la retinopatia proliferativa, responsabile della perdita o di una grave riduzione della vista. Quest'ultima richiede, data la sua gravità, interventi tempestivi. Gran parte dei diabetici presenta segni di retinopatia, una lesione dei vasi sanguigni nella parte posteriore dell'occhio, entro dieci anni dall'insorgere del diabete.

Altra complicanza è la nefropatia diabetica, che colpisce il rene al punto che questo organo non filtra adeguatamente le scorie del metabolismo. Nella sua forma più lieve interessa una buona percentuale di diabetici, di cui una quota degenera nell'insufficienza renale al punto da richiedere il trapianto del rene.

La neuropatia è invece una malattia del sistema nervoso: colpisce circa il 30% dei diabetici e si presenta sotto forma di intorpidimento e formicolio agli arti, dolori tipo crampo ai polpacci, specialmente notturni, diminuita sensibilità e comparsa di ulcerazioni alla pianta dei piedi. Può degenerare nel piede diabetico, determinato da lesioni vascolari e nervose che provocano gravi deformazioni ossee e disturbi della vascolarizzazione terminale.

Le complicanze del sistema neurovegetativo possono determinare disturbi intestinali (diarrea), vescicali (incontinenza urinaria) e sessuali (impotenza). Infine possono manifestarsi nei diabetici anche forme di coronaropatia e vasculopatia cerebrale (infarto acuto del miocardio, ma anche espressione cronica dell'angina pectoris, e ictus cerebrale).

Può sembrare un paradosso, ma le complicanze a distanza sono meno temibili nelle forme più conclamate. Questo perché il diabete conclamato consente una diagnosi e trattamento tempestivo, mentre una forma a lungo inapparente rimane misconosciuta e mina indisturbata gli organi bersaglio. Da qui l'imperativo categorico di una terapia che mantenga la glicemia nella normalità evitando fluttuazioni e picchi iperglicemici, che sarebbero la causa principale delle complicanze.
Una patologia cronica quale il diabete comporta anche particolari difficoltà psicologiche, trattandosi di una condizione fisica con la quale si deve imparare a fare i conti quotidianamente.
Primo fondamentale problema è l'accettazione della diagnosi, spesso accolta da un vero e proprio rifiuto: per superarlo, il paziente deve quindi riuscire ad arrivare ad assumersi la responsabilità della propria salute, convincendosi che, se seguirà con regolarità e attenzione la terapia, le norme di autocontrollo e i corretti comportamenti alimentari, potrà gestire bene la situazione.
In altre parole, che la possibilità di stare bene, pur con il diabete, c'è ed è nelle sue mani. Essenziali in questa fase sono l'aiuto del diabetologo e dello psicologo, ma anche la condivisione dell'esperienza con altri diabetici.
Ulteriore problema nasce dal rapporto con gli altri, i non diabetici, dal timore di non essere accettati, di essere oggetto di sciocchi pregiudizi, di essere considerati "diversi". Infatti, tanto meglio si padroneggia la propria condizione di diabetico quanto più si è accettati dalle persone con cui viviamo e lavoriamo. La reazione più frequente della persona diabetica è quella di tacere il proprio stato: ciò in realtà può essere causa di maggiore stress che parlarne apertamente. In ogni caso, è normalmente meglio non nascondere la realtà alle persone affettivamente più vicine, alle quali non è poi difficile spiegare e dimostrare che il diabete è una condizione che, se mantenuta sotto controllo, permette di svolgere una vita assolutamente normale, semplicemente osservando alcune precauzioni.
I risvolti psicologici del problema sono molteplici e diversi a seconda delle età (per esempio, una attenzione particolare va prestata al bambino, specialmente nell'ambiente scolastico) e dei rapporti fra le persone (per esempio, una diagnosi di diabete può rischiare di alterare gli equilibri della coppia). La questione psicologica si deve dunque allargare anche ai soggetti che diabetici non sono, perché dalla loro comprensione della realtà, senza preconcetti, non può che venire un grande beneficio al diabetico.

Sembra di poter dire che - al di là delle tante situazioni possibili di difficoltà che certo non si possono riassumete in poche righe - la diffusa e generale consapevolezza da parte di tutti di che cosa sia il diabete e del modo corretto di affrontarlo sia di fondamentale importanza per il superamento del disagio psicologico, spesso figlio della paura del singolo e dell'incomprensione altrui.


tratto da:http://www.diabete.net

by lilla'

_________________
La vita e' un dono meraviglioso non sciuparlo
Life is a wonderful gift so' do not ruin it  


Back to top Go down
View user profile
Candy Candy
WEBMASTER
WEBMASTER
avatar

Female
Numero di messaggi : 18534
Età : 51
Località : Straniera
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 2008-05-27

PostSubject: Re: Il primo giornalino ottobre 2008   Mon Dec 01, 2008 3:23 am




Meraviglia o terrore? Quale delle due per la nuova scienza che progetta di costruire macchine delle dimensioni di una molecola, o più piccole, capaci di gareggiare con gli atomi? Macchine, e non per modo di dire: hanno motori, computer di bordo e strumenti per "fare qualcosa" (anche dentro di noi!). Tutto proporzionato, è naturale, e tutto in violazione alle comuni leggi della fisica: la gravità, la forza di van der Waals (attrazione intermolecolare), la seconda legge della termodinamica (il calore fluisce da un corpo caldo a uno freddo), la tensione superficiale... contano poco o nulla per un robot grande un atomo.

È ANCORA FUTURO :
Il primo a sognare macchine così, nel 1959, è stato Richard Feynman (Nobel per la fisica 1965), quando ancora non esistevano né la parola "nanotecnologia" né gli strumenti per assemblare nanostrutture, come il microscopio a forza atomica (1986), uno dei principali attrezzi per l'osservazione e la manipolazione della materia in scala nanometrica .A che punto siamo oggi? Per le idee rappresentate in queste pagine dai disegni di tre artisti è ancora piena fantascienza. Sono però "mondi possibili" e la nostra domanda è, di nuovo, sogno o incubo? Che cosa ne pensi?

I MANGIA-LIPIDI :
Non c'è tempo da perdere: quest'arteria è ingombra di placche di grasso! Da smaltire, prima che succeda qualcosa di peggio. Una flotta di nanorobot rimuove il materiale lipidico e lo digerisce direttamente sul posto.
tratto da: http://www.focus.it


by lilla'

_________________
La vita e' un dono meraviglioso non sciuparlo
Life is a wonderful gift so' do not ruin it  


Back to top Go down
View user profile
Candy Candy
WEBMASTER
WEBMASTER
avatar

Female
Numero di messaggi : 18534
Età : 51
Località : Straniera
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 2008-05-27

PostSubject: Re: Il primo giornalino ottobre 2008   Mon Dec 01, 2008 3:24 am

E’ l’espressione a livello del rene del danno diffuso a tutte le piccole arterie dell’organismo, causato dalla mancata correzione dell’iperglicemia. Le piccole arterie renali hanno una funzione molto particolare: all’interno di speciali strutture dette glomeruli, esse filtrano il sangue eliminando le sostanze di scarto prodotte da tutte le cellule dell’organismo durante il loro funzionamento.Queste sostanze vengono eliminate insieme con un’adeguata quantità di acqua, con la quale vanno a costituire l’urina.Affinché la filtrazione del sangue avvenga correttamente,è necessario che le pareti delle piccole arterie e in particolare le membrane filtranti siano indenni. L’eccessiva glicosilazione delle proteine che compongono queste membrane, causata dall’iperglicemia cronica, altera la loro struttura: in una prima fase i pori si allargano e le membrane lasciano passare più del dovuto; a lungo andare, in seconda fase, la loro permeabilità diminuisce sempre di più, fino a cessare quasi del tutto. E l’insufficienza renale terminale, non compatibile con la vita a causa dell’accumulo nel sangue dei rifiuti tossici prodotti dall’organismo e non eliminati.Non ci stanchiamo di ripetere che l’insufficienza renale come le altre complicazioni tardive del diabete era frequente in passato, quando non si era consapevoli dell’importanza del buon controllo della glicemia. Oggi questa e le altre complicazioni si vedono ancora nei paesi e nelle persone in cui questa consapevolezza non è ancora giunta, o non è sufficiente a tradursi nei comportamenti idonei a realizzare il buon controllo.


COME RICONOSCERLA?

La nefropatia è una complicazione :


non dà disturbi finché non si arriva ad uno stato di gravità tale che si preferirebbe averlo saputo prima.Ma saperlo prima non è facile. A differenza della retina, infatti, in cui le minime alterazioni delle piccole arterie sono visibili a occhio nudo, nel rene non c’è modo di vedere i capillari glomerulari.E’ tuttavia possibile individuare facilmente i primi segni del loro alterato funzionamento, che si pensa indicano un rischio aumentato di andare incontro alla nefropatia diabetica. Questi segni premonitori consistono dapprima in un aumento della filtrazione glomerulare e in seguito nella presenza di minime tracce di albumina nell’urina.


L'albuminuria:

Oggi è possibile dosare l’albumina anche quando è presente in tracce cos’ piccole da essere chiamata microalbuminuria.Albuminuria vuol dire presenza di una proteina nelle urine. La presenza di proteine nell’esame delle urine di chi è diabetico da alcuni anni ha un significato preciso: il rischio di sviluppare entro poco tempo una malattia ai reni (nefropatia diabetica). Questo esame si può fare anche con strisce reattive come quelle che comunemente vengono usate per cercare zucchero e acetone nelle urine. Oggi è possibile dosare la microalbuminuria, cioè quantità molto, piccole di albumina nelle urine: questo esame permette di identificare molto precocemente coloro che corrono più rischi di andare incontro a nefropatia diabetica. Questo dosaggio può essere eseguito con strisce reattive che, a contatto con una goccia di urina fresca del mattino, cambia colore in presenza di microalbuminuria. Ecco allora che è possibile un intervento terapeutico preventivo: ridurre la quota di sale e proteine di sale nella dieta, controllare la pressione arteriosa, controllare meglio la glicemia. La nefropatia diabetica individuata in fase precoce grazie al dosaggio della microalbuminuria è ancora completamente reversibile.L’inizio della vera e propria nefropatia viene fatto coincidere con la presenza di quantità rilevanti di albumina nell’urina, anche se come è ovvio tale condizione non dà disturbi e, se non la si cerca, resta del tutto ignorata per anni.Se la nefropatia evolve, cominciano a evidenziarsi i primi segni di ridotta filtrazione renale: un aumento dell’azotemia e soprattutto della creatininemia e molto spesso un aumento della pressione arteriosa. La clearance della creatinina comincia a ridursi. Il paziente non avverte ancora nessun disturbo.Con l’aggravarsi dell’insufficienza renale si ha un progressivo aumento della creatininemia con riduzione sempre maggiore della filtrazione renale. I disturbi avvertiti dal paziente,anche in fase di nefropatia avanzata, sono relativamente leggeri e alquanto vaghi: si possono avere gonfiore diffuso, soprattutto al volto, debolezza, nausea, mal di testa, ecc.Nessun disturbo è specifico per la nefropatia e consente di fare la diagnosi da solo, senza gli opportuni accertamenti.




COME AFFRONTARLA


Un diabete di lunga durata, o come accade spesso nel caso del diabete tipo 2 di durata imprecisata, consiglia di prendere alcune precauzioni simili a quelle obbligatorie per chi mostra i segni premonitori della nefropatia. Tali precauzioni consistono,innanzitutto nella ricerca del perfetto equilibrio glicemico, che si è visto consentire non solo l’arresto del peggioramento, ma perfino la regressione delle lesioni iniziali.Quindi è fondamentale controllare la pressione arteriosa, poiché l’ipertensione aggrava la nefropatia e a sua volta ne è aggravata, in uno spiacevole circolo vizioso.Inoltre si è visto che la funzionalità renale si deteriora più in fretta se, a parità delle altre condizioni, l’apporto proteico è abbondante.Per questo si raccomanda a tutti i diabetici di non superare un apporto di proteine pari a 1 g al giorno per kg di peso ideale.


Luigi di Nuzzi


tratto da: http://www.diabetologia.it




by lilla'

_________________
La vita e' un dono meraviglioso non sciuparlo
Life is a wonderful gift so' do not ruin it  


Back to top Go down
View user profile
Candy Candy
WEBMASTER
WEBMASTER
avatar

Female
Numero di messaggi : 18534
Età : 51
Località : Straniera
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 2008-05-27

PostSubject: Re: Il primo giornalino ottobre 2008   Mon Dec 01, 2008 3:25 am

LA CIOCCOLATA




Mangiare 6,7 grammi di cioccolato nero al giorno - l’equivalente di circa mezza tavoletta a settimana - sembra sia ideale per garantirsi un effetto scudo contro le malattie cardiovascolari, dall’ictus all’infarto.
La scoperta, pubblicata sul «Journal of Nutrition», è il risultato di uno dei più grandi studi epidemiologici mai condotti in Europa, il Progetto Moli-sani, che ha coinvolto finora oltre 20.000 abitanti del Molise. Uno studio realizzato dai Laboratori di Ricerca dell’Università Cattolica di Campobasso, in collaborazione con l’Istituto dei Tumori di Milano. I ricercatori hanno puntato la loro attenzione sui complessi meccanismi dell’infiammazione. È noto, infatti, come uno stato infiammatorio cronico rappresenti un fattore di rischio cardiovascolare, dall’infarto all’ictus. Il controllo dell’infiammazione è così diventato protagonista della prevenzione.E’ ricco di polifenoli che combattono le infiammazioni
Uno degli indicatori dell’infiammazione è la «proteina C reattiva», individuabile con una semplice analisi del sangue. Il team di ricercatori molisani e milanesi ha messo a confronto i valori di questa proteina nel sangue dei volontari con le quantità di cioccolato che questi mangiavano abitualmente. Su circa 11.000 soggetti, ne sono stati identificati 4.849, tutti in buona salute e senza fattori di rischio per cuore e vasi (quindi con colesterolo, pressione arteriosa e altri parametri normali). Di questi, 1.317 non mangiavano cioccolato, mentre 824 ne consumavano regolarmente, ma solo la varietà fondente.
«Siamo partiti dall’ipotesi - spiega Romina di Giuseppe, principale autrice della ricerca - che l’elevato contenuto di antiossidanti dei semi di cacao, in particolare flavonoidi e altri polifenoli, potesse avere un effetto positivo sullo stato infiammatorio». E il risultato «è stato molto incoraggiante: le persone che mangiano abitualmente cioccolato fondente in quantità moderata - aggiunge la ricercatrice - hanno nel sangue valori di proteina C reattiva significativamente più bassi. In altri termini il loro stato infiammatorio viene significativamente ridotto».Basta un consumo moderato: un quadratino 2 o 3 volte alla settimana
La riduzione media osservata, pari al 17%, può apparire piccola, ma è sufficiente a ridurre il rischio cardiovascolare di un terzo nelle donne e di un quarto negli uomini. «Un risultato notevole», assicura la ricercatrice.
Ma le quantità di cioccolato sono molto importanti: non serve abbuffarsi. «Parliamo di un consumo moderato. Il migliore effetto, infatti - precisa di Giuseppe - si ottiene con una media di 6,7 grammi di cioccolato al giorno, che corrisponde a un quadratino di cioccolato due o tre volte alla settimana. Al di là di questi quantitativi l’effetto protettivo tende a perdersi».Ma il cioccolato al latte, invece, «ammazza» i polifenoli
In termini pratici, considerando che la tipica tavoletta di cioccolato è da 100 grammi, lo studio indica che basta un po’ meno di mezza tavoletta a settimana. E per i golosi di cioccolato al latte? «Studi condotti in precedenza - dice la di Giuseppe - hanno dimostrato che il latte interferisce nell’assorbimento dei polifenoli. Ecco perché in questo lavoro abbiamo considerato solo il cioccolato fondente».
«Questa ricerca - commenta Licia Iacoviello, capo del Laboratorio di epidemiologia genetica ed ambientale dell’Università Cattolica di Campobasso e responsabile del Progetto Moli-sani - è il primo risultato scientifico che pubblichiamo sul progetto. L’inizio di una serie di dati che potranno darci una visione innovativa di come si possa fare prevenzione nella vita di tutti i giorni». La ricerca riabilita una golosità guardata con sospetto per anni. «Forse - conclude Giovanni de Gaetano, direttore dei Laboratori di ricerca della Cattolica di Campobasso - dovremo rivedere la famosa piramide della dieta mediterranea, e togliere il cioccolato fondente dall’insieme dei dolci considerati nocivi per la nostra salute».

Fonte: LaStampa

Di cioccolato, in questi ultimi tempi, ne abbiamo mangiato parecchio, ammettiamolo... e per fortuna! Non solo perché è buono, goloso e sexy. Anche sul piano nutrizionale è un alimento straordinario!Scopri che cos'è esattamente, perché fa bene alla salute e che impatto ha sulla nostra forma, prima di dare il colpo di grazia a tanti luoghi comuni.

Che cos’è il cioccolato?
Un composto a base di burro di cacao, cacao puro e zucchero. E nient’altro. Quel che cambia sono le dosi e i diversi tipi di fava di cacao e di burro...

Tonifica


Mangiare un pezzetto di cioccolato è l'ideale in caso di stanchezza improvvisa. Infatti, il cioccolato è energetico, ricco di glucidi e ha un basso indice glicemico: dà all'organismo dell'energia immediatamente disponibile per riprenderti in fretta.
Inoltre, contiene delle sostanze toniche (caffeina, teobromina, teofillina), il cui effetto è stimolante, a livello fisico e mentale. Gli sportivi e le persone attive in generale l'adorano!


Antistress

Quando si mangia del cioccolato, ci si sente bene, fisicamente e mentalmente. Ciononostante, nonostante contenga numerose sostanze che agiscono sul cervello, gli specialisti sono d'accordo sul fatto che le quantità minime che ne consumiamo non bastano a giustificare il benessere che si prova.

Il segreto starebbe quindi nel suo sapore piacevole e riconfortante, che favorisce la secrezione di endorfine nel nostro organismo, quando lo mangiamo.


◄ Aumenta il colesterolo ►

Privarsi di cioccolato perché si soffre di colesterolo alto? Inutile. Certo, il cioccolato è grasso, perché ricco di burro di cacao. Ma porta all'organismo essenzialmente i lipidi "buoni": acidi grassi mono insaturi, privilegiati dall'assorbimento intestinale.

Un'esperimento (J. Marsu) ha dimostrato che dopo 3 settimane di trattamento a base di cioccolato fondente, 75g al giorno, il colesterolo HDL ("buono") è aumentato dell'11,4%, mentre il colesterolo LDL ("cattivo") è diminuito del 11,9%.

by lilla'

_________________
La vita e' un dono meraviglioso non sciuparlo
Life is a wonderful gift so' do not ruin it  


Back to top Go down
View user profile
Candy Candy
WEBMASTER
WEBMASTER
avatar

Female
Numero di messaggi : 18534
Età : 51
Località : Straniera
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 2008-05-27

PostSubject: Re: Il primo giornalino ottobre 2008   Mon Dec 01, 2008 3:26 am

PROBLEMI DI STOMACO Il latte ha la proprietà di attenuare l’iperacidità gastrica. Mischiato a farina di mais acquista la consistenza ideale per essere utilizzato perfino nel trattamento dell’ulcera. La cura-urto in caso di acidità, gastrite ed ulcera consiste nel berne ½ bicchiere ogni 3 ore, con l’interruzione notturna, accompagnato da un po’ di mollica di pane. La cura di mantenimento prevede che il ½ bicchiere di latte sia assunto dopo i pasti, al risveglio e prima di dormire.
AFTE Disinfiammanti del cavo orale si rivelano i gargarismi di succo di limone e succo di carota, in parti uguali. Proprio sull’afta si può invece appoggiare un chiodo di garofano dopo averlo un po’ masticato.

ASMA Se non esistono controindicazioni cardiache, ci si può aiutare a superare una crisi bevendo 3 tazzine di caffè a distanza di 10 minuti. Le sostanze nervine della bevanda riducono lo spasmo dei bronchioli, causa dell’affanno respiratorio.

AVVELENAMENTO Il latte non è, come spesso si crede, l’antidoto per tutti i veleni, ma solamente per acidi e caustici (candeggina, ammoniaca, acido muriatico e solforico, acqua borica e ossigenata, sturalavandini), anche mischiato con 4-5 albumi d'uovo.

Molti veleni sono liposolubili e la somministrazione del latte (che contiene grassi) dopo averli ingeriti può soltanto accelerarne l’assorbimento. Mentre acqua o tè vanno bene in tutti i casi di avvelenamento, tranne quello da solventi o saponi. Mai somministrare a un intossicato degli alcolici.

Dopo il primo soccorso di fronte ad un avvelenamento recarsi sempre al centro antiveleni più vicino, per un controllo.

CATTIVA DIGESTIONE In caso di indisposizione dovuta a eccessi alimentari o al consumo di qualcosa di "pesante" è indicato del tè blando. Lo si prepara alla maniera tradizionale, che permette di sfruttarne meglio le proprietà: si mette l’acqua a bollire nella teiera, quindi le si aggiunge 1 cucchiaio di tè per persona più 1 "per teiera" e, una volta pronto l’infuso, si allunga con acqua anche a temperatura ambiente fino a livello di 2 litri e ½. Si addolcisce leggermente con miele o zucchero e si sorseggia nell’arco di almeno 12 ore di digiuno. Se il digiuno si protrae a 24 ore, si prepara del nuovo tè blando. Facoltativa l’aggiunta di un cucchiaino di bicarbonato e di succo di limone. Per una semplice sensazione di pesantezza allo stomaco anche una limonata calda o il più delicato "canarino"(acqua e scorza) funzionano sempre.

COLICHE L’acqua serve per far "passare i calcoli": lo sa chi soffre di disturbi renali. I 3 litri di acqua al giorno, rigorosamente oligominerale, sono la quantità media indispensabile ad evitare le coliche per chi vi è portato. Invece i cibi preziosi sono il limone e il prezzemolo.
CONGIUNTIVITE Bagni oculari di acqua tiepida con 2 gocce di limone sono utili in caso di congiuntivite, se non altro perché leniscono l’irritazione e puliscono gli occhi. La pelle si guarisce con impacchi di un buon olio vergine di oliva.

DIARREA In tempi di turismo esotico è bene saper affrontare la vendetta di Montezuma. Un semplice, buon rimedio, è il tè. Cibi indicati sono il riso, patata, carota anche bollita e passata. Altro alimento riequilibrante, lo yogurt.

In fase acuta e cronica è comunque opportuno bere liquidi, per mantenere l’equilibrio idrosalino senza però bloccare la necessaria eliminazione di eventuali microbi nocivi. Acqua di riso (40 g bolliti in 1 litro di acqua per mezz’ora, filtrati ) oppure una soluzione preparata con 1 litro di acqua bollita, 2 cucchiaini rasi di miele o zucchero, 1 punta di cucchiaino di sale e 1 punta di cucchiaino di bicarbonato. Se ne può bere tranquillamente in grosse quantità.

FERITE Un taglio di lieve entità, altrimenti sono sempre aperte le porte del pronto soccorso ospedaliero più vicino, può rimarginarsi , meglio e più rapidamente con applicazioni di 1 parte di miele e 4 parti di burro, ben amalgamati.
FORUNCOLI Tagliare un limone, attingere con un bastoncino cotonato il succo e toccare il singolo brufolo. Per attenuare gli effetti dell'acne può giovare una maschera di yogurt naturale sul viso, lasciata agire per circa tre quarti d'ora. Ma è importante che lo yogurt sia presente nella dieta quotidiana per prevenire "fioriture" indesiderate
GAMBE GONFIE E AFFATICATE Basta aggiungere un'abbondante quantità di sale all'acqua tiepida o fredda del pediluvio.
GONFIORE E RITENZIONE IDRICA Per il loro effetto diuretico sono efficaci tanto l'acqua quanto il tè, in particolare il tè verde, oppure le tisane specifiche. A effetto rapido quella di semi di finocchio. L'importante è bere, molto e a digiuno, evitando la controproducente associazione dei liquidi con i carboidrati e/o gli zuccheri semplici, che li assorbono, trattenendoli. Consigliabile anche il decotto di prezzemolo, preparato con 50 g di foglie e gambi lasciati bollire per 3 minuti in 1 litro d'acqua, fatto riposare per altri 15 minuti, filtrato e bevuto in dose di 2 tazze al giorno.

INSOLAZIONE E' necessario bere abbondanti quantità di liquidi salini.Una soluzione idrosalina casalinga è composta di 1 litro d'acqua, 2 cucchiai di zucchero e 1/2 cucchiaio di zucchero e 1/2 cucchiaio di sale da cucina. Bene i succhi di ortaggi e i frullati di frutta, ricchi di sali, vitamine e reidradanti.
INSONNIA Provare, per credere!
1 tazza di decotto di mela per qualche sera consecutiva restituisce la buona notte. Si prepara lasciando bollire per 45 minuti 1 mela intera, con buccia e torsolo, in 1 litro di acqua. Se ne beve l'acqua. Buonissimo ed efficace anche il brodo di giuggiole. I piccoli e dolci frutti rosso scuro, che è meno facile avere a portata di frigo e si possono trovare da i fruttivendoli specializzati, si fanno bollire in 1 litro d'acqua, che si filtra e si beve. Per qualche sera prima di andare a letto.

IRRITAZIONI CUTANEE La patata cruda, a fette o in pappina, applicata, localmente è un efficace antirritativo, utile anche in caso di eritema solare e perfino contro il prurito delle manifestazioni esantematiche (segni di morbillo, varicella…)
MAL DI DENTI Un efficace antidolorifico è l'aglio. Alcuni suggeriscono di infilarlo nell'orecchio dalla parte dolente. E' provato anche l'effetto analgesico del chiodo di garofano tenuto a contatto con la gengiva.
MAL DI GOLA Utilissimi i gargarismi con acqua e aceto, acqua e limone oppure acqua e sale.
MAL DI TESTA Se le condizioni cardiache non comportano controindicazioni 1, 2 tazzine di caffè possono attenuarlo.

Anche la radice essiccata di zenzero sotto forma di tè o quella fresca, grattuggiata su cibi leggeri, può dimostrarsi efficace.

NAUSEA E VOMITO Se i sintomi sono causati da stravizi alimentari niente è più efficace di un breve digiuno parziale, accompagnato da abbondante assunzione di liquidi (vedere anche "cattiva alimentazione"), durante il quale si può, eventualmente consumare frutta fresca di stagione o il suo succo. Contro la nausea tipica della gravidanza funzionano invece cibi asciutti come grissini, crackers, pane secco.
PUNTURE DI INSETTI Una garza intrisa di succo di cipolla frullata e filtrata applicata localmente darà sollievo. In caso di reazione allergica chiamare il medico.
SCOTTATURE SOLARI In un grande bicchiere di acqua si mettono 3-4 cucchiaini di tè a bollire per almeno una ventina di minuti. Si ottiene un decotto che è utile applicare localmente con garzine, da rinnovare con frequenza. Anche una pastella di patata cruda decongestiona la parte arrossata e bruciata.

STIPSI L'assunzione regolare della tazzina di caffè, la tazza di latte con il muesli al mattino, una dieta ricca di liquidi e fibre servono a prevenirla. Ma, in condizione di emergenza sono okay 2 cucchiai di ottimo extravergine di oliva, al mattino a digiuno. Per regolarizzare il ritmo dell'intestino è utile consumare per qualche giorno 2 mele cotte oppure le prugne secche, reidradate con i loro liquidi o, anche, yogurt fresco, ricco di fermenti vivi.

VAGINITI Per quel disturbo genericamente chiamato "vaginite", che è un'infiammazione di varia causa, risultano benefiche le lavande di acqua e yogurt molto fresco (vedere la data di scadenza) bianco, alimento la cui acidità è in qualche modo affine all'acidità vaginale. Prezioso per il riequilibrio della flora microbica della vagina, indirettamente ne rafforza le difese naturali. L'assunzione orale di yogurt ha efficacia preventiva e curativa: secondo uno studio durato un anno su 21 donne affette da "Candida albicans" ce ne vogliono circa 2 vasetti al giorno.


by lilla'

_________________
La vita e' un dono meraviglioso non sciuparlo
Life is a wonderful gift so' do not ruin it  


Back to top Go down
View user profile
Candy Candy
WEBMASTER
WEBMASTER
avatar

Female
Numero di messaggi : 18534
Età : 51
Località : Straniera
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 2008-05-27

PostSubject: Re: Il primo giornalino ottobre 2008   Mon Dec 01, 2008 3:27 am


_________________
La vita e' un dono meraviglioso non sciuparlo
Life is a wonderful gift so' do not ruin it  


Back to top Go down
View user profile
Candy Candy
WEBMASTER
WEBMASTER
avatar

Female
Numero di messaggi : 18534
Età : 51
Località : Straniera
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 2008-05-27

PostSubject: Re: Il primo giornalino ottobre 2008   Mon Dec 01, 2008 3:28 am




.


.



CARE BOLLICINE L'AUTUNNO E' ARRIVATO IL FREDDO PURE. ATTENZIONE AL VISO
Trattamenti Viso
Il viso è la parte più esposta alle intemperie, sbalzi termici, polvere e altri fattori ambientali, richiede un'attenzione particolarmente frequente e delicata. Parti del viso: fronte, occhi, naso, guance, bocca, sopra-mento, sotto-mento, collo.
L'acqua per l'igiene del viso, fredda per un rapido risveglio, tiepida per favorire un buon riposo e calda in caso di pulizia profonda.
Iniziando a fare una buona pulizia come l'uso dello SCRUB dalla fronte con ambedue le mani con movimenti dall'interno verso l'esterno (dal centro del viso ci si sposta simultaneamente su entrambi i lati verso le zone laterali) e dall'alto verso il bassoScrub esfoliante viso con microsferule, trattamento che permette di rimuovere le cellule morte dello strato superficiale della pelle donando un colorito più splendente e una pelle più liscia e compatta. Consente di eliminare le cellule morte e le impurità dell’epidermide aiutandola a rigenerarsi e a riacquistare luminosità e splendore.Uno scrub che non aggredisce la pelle, mantenendone l’equilibrio idro-lipidico e lasciandola morbida e vellutata dopo il trattamento.
Ripetere il trattamento 2 volte la settimana applicare dopo una maschera concentrata ricca in principi attivi esclusivi: estratto di equiseto, luppolo e ginseng, vitamine A, F, D e A, fattore d’idratazione naturale NMF. I suoi componenti attivi specifici hanno azione antiossidante, idratante e nutriente.
Applicare una maschera lenitiva ed una crema per pelli sensibili: un concentrato di sostanze ad attività sinergica, estratti di piante e di erbe, vitamine e biostimoline vegetali. Indispensabili per il trattamento di pelli sensibili, difficili, delicate, anche in presenza di couperose.
crema rigenerante : favorisce la rigenerazione cellulare grazie agli alfa-idrossiacidi che rendono la pelle più luminosa, elastica e idratata.

MAKE-UP

Il trucco o cosmetico decorativo non ha come target un sesso specifico, non si adatta ad un'età in particolare e non deve essere inteso come qualcosa da utilizzare per le occasioni speciali. Questi prodotti quasi mai fanno male e a volte aiutano a proteggere la nostra pelle da fattori ambientali negativi (polveri, raggi solari, inquinanti).
Inizia la tua giornata con un look radioso e solare, perfetto per affrontare gli impegni quotidiani: gioca con colori luminosi, ma al contempo morbidi, tenui e delicati. Il tuo viso sarà valorizzato in maniera impeccabile. Applica il fondotinta pelli secche e sensibili o pelli miste: scegliendo la nuances e la versione che meglio soddisfa le tue esigenze. Fissalo con un velo di cipria ultrafine. Stendi sulle palpebre l'ombretto rosa cipria, sfumandolo leggermente verso l'arcata sopraccigliare. Dai risalto ai tuoi occhi con la
matita eyeliner azzurro-platino, in armonia con l'ombretto, ed applica sulle ciglia il mascara volume. Illumina gli zigomi con fard mogano.
Per una bocca morbida e seducente prova il lucidalabbra gloss
Guardati allo specchio, scoprirai di essere veramente pronta per affrontare qualsiasi tipo di giornata.

Per serate speciali indossa i colori caldi e avvolgenti dell’autunno scegliendo per il tuo look le nuances più chic del momento: prugna, vinaccia, tortora e cioccolato.
Applica un fondotinta nutriente compatto con Oligoelementi Minerali: la pelle apparirà più omogenea e levigata. Gioca con le nuances perlate degli Ombretti grigio e del Rosa da sfumare con il Bianco . Regala alle tue guance un finish luminoso e sofisticato con la tonalità di Fard che più esalta il tuo incarnato. Per un effetto naturale sulle tue labbra scegli Rossetto Natural, mentre per un finish più ricercato e seducente opta per la tonalità Red.

by M. Lolly

_________________
La vita e' un dono meraviglioso non sciuparlo
Life is a wonderful gift so' do not ruin it  


Back to top Go down
View user profile
Candy Candy
WEBMASTER
WEBMASTER
avatar

Female
Numero di messaggi : 18534
Età : 51
Località : Straniera
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 2008-05-27

PostSubject: Re: Il primo giornalino ottobre 2008   Mon Dec 01, 2008 3:29 am


MANI DI FATA
L’aspetto delle mani gioca un ruolo molto importante nell’apparenza complessiva di un individuo, sia esso uomo o donna.
Una pelle morbida, unghie limate e laccate contribuiscono a proiettare all’esterno un’immagine di persona curata,
attenta ai dettagli, capace di definire e creare parametri di bellezza oggettivi.
Esibire unghie perfette, in particolare, sembra essere diventata negli ultimi anni,
un’esigenza fondamentale soprattutto per la donna elegante.
Mode e tendenze provenienti da ogni angolo del globo, ne stabiliscono e modificano ogni giorno forma e colore ideale,
influendo notevolmente su come esse devono essere decorate. Ecco quindi che sempre più spesso si ricorre a centri specializzati,
al fine di rendere le proprie unghie le più vicine possibile a quelle viste sulle mani di modelle e attrici famose
ritratte dalle riviste fashion o apparse in tv. Unghie lunghe, e possibilmente smaltate, assicurano e donano
un aspetto più slanciato alla mano, aumentandone anche la seduttività.
La scelta dello smalto, in particolare, va effettuata tenendo in considerazione diversi aspetti: il tipo di pelle, l’effetto finale che si desidera ,la lunghezza stessa dell’unghia ecc...
Il colore della carnagione.Inoltre, è di primaria importanza quando si deve scegliere uno smalto.
L’estetista, solitamente, prende come riferimento il colorito della cute nella zona interna del polso.
Se la pelle tende all’azzurrognolo, la scelta dello smalto da applicare ricadrà su colori dai toni più freddi,
mentre se la pelle è olivastra allora si deve optare per colori dai toni più caldi.
Naturalmente una professionista del settore starà anche attenta a consigliare alla cliente di evitare facilmente,
ma alquanto banali accostamenti come quello tra colore delle unghie delle mani e quello dei piedi, così come è da considerarsi
un errore il coordinare il colore delle mani con quello degli abiti e del rossetto.
Per quanto riguarda la forma delle unghie, invece, se esse si presentano corte e irregolari,
l’estetista di solito tende a utilizzare colori tenui, cercando di stendere una piccola striscia al centro dell’unghia,
accorgimento quest’ultimo che servirà a farla apparire più slanciata.
Per chi ha le unghie lunghe, invece, e predilige esibire toni scuri,
bisogna tener presente che tali tonalità mettono in grande evidenza le mani nella loro completezza e che quindi,
in caso di dita corte o non troppo affusolate, tale difetto risulterà accentuato notevolmente.
le unghie presentano striature orizzontalmente o verticalmente (a causa di malattie, uso di medicinali, problemi temporanei),
si può usare una base speciale per renderne più levigata la superficie,oppure le si può levigare con una lima: naturalmente, questa soluzione non va ripetuta troppo spesso,
perché, alla lunga, ha l’effetto di indebolire l’unghia rendendola più sottile.
In caso di macchie, infine, la soluzione migliore è quella di usare un pennellino per le labbra imbevuto di solvente per le unghie.
Se però, la causa della macchia è uno smalto molto pigmentato, rivolgetevi all'estetista Daniela nella sua rubrica.
Per finire, un consiglio: lo smalto, normalmente, svolge un'azione protettiva dagli agenti esterni,
ma periodicamente le unghie andrebbero lasciate per qualche tempo al naturale e, magari, frizionate con crema mani.

by M. Lolly

_________________
La vita e' un dono meraviglioso non sciuparlo
Life is a wonderful gift so' do not ruin it  


Back to top Go down
View user profile
Candy Candy
WEBMASTER
WEBMASTER
avatar

Female
Numero di messaggi : 18534
Età : 51
Località : Straniera
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 2008-05-27

PostSubject: Re: Il primo giornalino ottobre 2008   Mon Dec 01, 2008 3:29 am

SENTINH SKY Parliamo di dieta che in una società come la nostra, fortemente condizionata dalla moda e dai mass media, l’aspetto fisico assume un posto più che importante, soprattutto per noi donne.
Basta accendere la tv per un attimo e fare un po’ di zapping: ecco una modella dal fisico perfetto che ci spinge a comprare l’ultima crema anticellulite o a scegliere quei corn flakes leggeri leggeri che non fanno ingrassare, o l’ennesima sfida per diventare veline, per non parlare del concorso per eleggere la più bella d’Italia.
E poi ci si chiede come mai le donne siano ossessionate dalle diete e dalla linea, tanto da contemplare l’idea di acquistare una sedia-bilancia e provare ogni dieta possibile.
Questa ricerca perenne della linea perfetta non fa che rovinare la vita a noi e agli altri: per vivere più serene sarebbe ora che ci convincessimo che agli uomini piacciono le curve, e che le forme sono sexy.
Siate fiere della taglia 44-46 e smettete di torturarvi per dimagrire! Il motivo per cui dovremmo essere orgogliose delle nostre curve e dovremmo abbandonare le tristi diete restrittive a cui ci sottoponiamo.
Perché agli uomini piace la carne…
Perché se mangiamo siamo felici e in pace con il nostro corpo.
Perché Marilyn Monroe, il sex symbol ancor oggi più desiderato dagli uomini, portava la 44-46. Idem Betty Page e Jane Russell, icone di femminilità.
Perché le italiane hanno un fisico mediterraneo e la gran parte delle donne è taglia 44-46-48.
Perché siamo stanche di piangere per non essere magre. Perché siamo femmine e lo rivendichiamo grazie al nostro corpo.
Facciamoci un bel regalo: che ne dite se per una volta provassimo a fidarci di queste parole e iniziassimo ad amare le nostre rotondità?
Non abbiamo mai pace. Dodici mesi all’anno, a ogni festa occasione e cambio di stagione, i media con noi sembrano il monaco in “Non ci resta che piangere”.
Ricordati che devi dimagrire! E noi, come Massimo Troisi: “Eh, mo’ me lo segno”.
[size=24]MANI DI FATA
Per la medicina orientale lo stato di salute delle unghie è l'indice del nostro stato energetico: ad unghie che si spezzano con fragilità corrisponderebbe un profondo calo dell'organismo.
Come "leggere" le nostre unghie alla ricerca di sintomi di un piùcomplesso stato di malessere? Piccole macchie bianche Se compaiono indicano una mancanza di calcio e silicio nell'organismo.
Base dell'unghia Se le caratteristiche lunette bianche alla base dell'unghia spariscono o si modificano vuol dire che attraversiamo un periodo di particolare stress. Unghie convesse Se hanno il dorso leggermente rialzato ed il fondo scuro, sono in atto, probabilmente, patologie respiratorie e cardiache. Unghie pallide e concave la cosidetta forma "a cucchiaio" si riscontra in soggetti che soffrono di anemia. Per saperne di più chiedetemi.

by M.Lolly

_________________
La vita e' un dono meraviglioso non sciuparlo
Life is a wonderful gift so' do not ruin it  


Back to top Go down
View user profile
Candy Candy
WEBMASTER
WEBMASTER
avatar

Female
Numero di messaggi : 18534
Età : 51
Località : Straniera
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 2008-05-27

PostSubject: Re: Il primo giornalino ottobre 2008   Mon Dec 01, 2008 3:30 am

Un viso bellissimo inizia da una pelle perfetta.
Care bollicine
Rispondete a questo breve test: conoscerai il tuo tipo di pelle e tutti i segreti per un viso senza imperfezioni...........



'DIMMI COME USI IL ROSSETTO E TI DICO CHI SEI'



Partecipa ai test dell'estetista Miss Lolly per conoscere la tua pelle, il tuo modo di essere. http://bollicine.my-free-forums.com/bellezza-e-benessere-f12/rubrica-i-consigli-dell-estetista-curato-da-mlolly-t1042.htm#30663

by M. Lolly

_________________
La vita e' un dono meraviglioso non sciuparlo
Life is a wonderful gift so' do not ruin it  


Back to top Go down
View user profile
Candy Candy
WEBMASTER
WEBMASTER
avatar

Female
Numero di messaggi : 18534
Età : 51
Località : Straniera
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 2008-05-27

PostSubject: Re: Il primo giornalino ottobre 2008   Mon Dec 01, 2008 3:31 am









.










Ottobre vi vede un po’ a rischio dal punto di vista emotivo. Infatti, potreste fare un incontro tanto interessante quanto deleterio per la vostra serenità. Perciò, fate attenzione a valutare attentamente le situazioni prima di regalare il vostro cuore a qualcuno, soprattutto se siete già legati a un’altra persona. Meglio attendere novembre, quando finalmente ritroverete pace e lucidità mentale. I single potranno aspirare a fare un bell’incontro mentre, per le coppie, ci sarà un ritorno di quella passione che, negli ultimi tempi, sembrava essersi un po’ affievolita.
Le giornate di dicembre saranno più che positive: il clima di festa rasserenerà il vostro umore e vi farà sentire amati e circondati d’affetto. I single potrebbero fare un incontro interessante proprio durante i giorni delle festività.
Dal punto di vista professionale l’autunno sarà abbastanza sereno, anche se vi vedrà impegnati più a svolgere attività di routine che a valutare nuove e interessanti opportunità. A ottobre fate attenzione a non fare qualche calcolo sbagliato, perché potreste essere un po’ distratti. Novembre, invece, vi trova in ottima forma e, con i vostri modi di fare gradevoli, riuscirete a suscitare la simpatia di quanti vi circondano. Dicembre batte un po’ la fiacca ma non c’è da preoccuparsi: con l’inizio dell’anno nuovo sarete già trionfalmente in pista.
Venere poco amica potrebbe portare qualche piccolo malessere verso metà novembre. Attenti ai colpi d’aria e cercate di avere una sciarpa sempre a portata di mano. Mal di gola e raffreddore potrebbero essere in agguato fino a metà dicembre, ma l’arrivo del Natale vi troverà in splendida forma.


Ottobre e novembre saranno mesi splendidi, in cui vi sentirete più affettuosi e innamorati che mai. È il momento giusto per fare bei progetti sul futuro, soprattutto se desiderate consolidare la vostra coppia con un matrimonio o con la nascita di un bambino. I single avranno più di una buona occasione, anche se potrebbero finire per scambiare un flirt con un grande amore.
A dicembre la quadratura di Venere rischia di causare qualche momento di nervosismo. L’ideale sarebbe evitare inutili discussioni, anche se sembra difficile mantenere la pazienza. Attenti ai nuovi incontri, perché qualcuno potrebbe divertirsi a ferirvi a livello emotivo.
Il lavoro procederà a singhiozzo, perciò a ottobre evitate di abbandonarvi a inutili spese o di farvi carico di mutui o impegni a lunga scadenza. Per questo genere di cose sarebbe meglio attendere novembre, quando potreste ricevere una bella notizia che risolleverà la vostra situazione finanziaria.
A dicembre sarete carichi di impegni e c’è il rischio che non riuscirete a concluderli tutti prima delle festività. In tal caso, non esitate a chiedere aiuto, anche perché potreste scoprire nuovi collaboratori con i quali instaurare rapporti di lavoro molto costruttivi.
L’autunno vi vede in splendida forma tranne che a dicembre, quando Venere negativa potrebbe rendervi stanchi e soggetti a qualche piccolo malessere. Attenzione soprattutto a non esagerare con cibi e bevande, perché potrebbero appesantirvi lo stomaco. Fate una cura ricostituente per sentirvi meglio. Inoltre, non dimenticate di assicurare ogni giorno al vostro fisico la giusta dose di vitamina C, utilissima per combattere qualche influenza in agguato.


Vi aspetta uno splendido ottobre! La vita di coppia vi riserverà gioia e serenità mentre i single potranno fare un incontro in grado di rivoluzionare la loro vita. Approfittate, perciò, di questo mese perché novembre potrebbe essere un po’ meno generoso con voi. Tenete stretto quello che avete e attenti a non cadere vittime di qualche illusione.
Dicembre sarà un po’ in ombra, a causa di Marte in aspetto negativo. Vi sentirete nervosi e, per questo, tenderete a reagire aggressivamente per ogni cosa che non vi andrà a genio. Evitate di discutere quando non è il caso o renderete il clima delle feste inutilmente teso.
La fortuna potrebbe venirvi a dare una mano sotto il profilo professionale. Perciò abbiate il coraggio di rischiare e di buttarvi in qualche nuova avventura, nel caso vi venisse proposta. Soprattutto intorno a novembre e dicembre, dovrete cercare di essere molto ricettivi e di seguire il vostro istinto. Difficilmente vi pentirete delle scelte che avrete effettuato.
Ottobre vi trova in forma smagliante, mentre a novembre e dicembre pagherete il dazio a Marte poco positivo. Evitate tutto ciò che può stressarvi sia sotto un profilo fisico che mentale. Anche durante le feste potreste avere dei momenti negativi, in tal caso, però, cercate di non sfogare i vostri umori neri su chi vi è a fianco e tentate di individuare una soluzione per risollevare lo spirito.

gemelli
Ottobre promette grandi amori e regala buone opportunità a coloro che hanno il cuore ancora libero. Momento splendido anche per pianificare una convivenza, un matrimonio o un figlio.
Invece novembre e dicembre potrebbero portare un po’ di disordine nella vita a due. Se vivete un rapporto già consolidato, evitate di voler a tutti i costi “spaccare il capello in quattro”. Infatti potreste finire col creare un clima di tensione che di certo non fa bene alla vita familiare. Se siete single, attenti a non imbarcarvi in una situazione complicata e soprattutto cercate di evitare di perdere la testa per qualcuno che potrebbe sembrare molto diverso da come è in realtà.
L’inizio di ottobre sarà un buon momento per il lavoro. Tirate un bilancio e decidete come muovervi, perché forse è giunto il momento di tentare nuove strade professionali.
Novembre, al contrario, vi invita alla prudenza, perché potrebbe esserci qualche promessa di troppo in agguato. Valutate attentamente ciò che vi viene proposto e fate attenzione a chi è ad avanzare l’offerta. L’anno si chiude in bellezza, con qualche colpo di fortuna che vi spinge a nutrire buone speranze per il 2009, quando il trigono di Giove potrebbe regalarvi più di una situazione favorevole nella sfera professionale. La salute prosegue senza problemi, anche se Marte in opposizione tra metà novembre e metà dicembre potrebbe mettervi i bastoni tra le ruote. Evitate attività fisiche troppo faticose e fate molta attenzione durante gli spostamenti: una piccola disattenzione potrebbe causarvi qualche spiacevole inconveniente.
[center][center]

by Solen

_________________
La vita e' un dono meraviglioso non sciuparlo
Life is a wonderful gift so' do not ruin it  


Back to top Go down
View user profile
Candy Candy
WEBMASTER
WEBMASTER
avatar

Female
Numero di messaggi : 18534
Età : 51
Località : Straniera
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 2008-05-27

PostSubject: Re: Il primo giornalino ottobre 2008   Mon Dec 01, 2008 3:32 am





Il periodo è molto favorevole per quanto riguarda la sfera sentimentale. L’importante è che ognuno di voi sia certo delle scelte che ha fatto e non si trascini dietro qualche rimpianto. In tal caso, infatti, i nuovi rapporti di coppia potrebbero lasciare a desiderare. Diversamente, approfittate di Marte amico per dare alla vostra vita di coppia tutto un altro sprint. A novembre cercate di essere più disponibili nei confronti delle esigenze del partner, mentre a dicembre fate progetti a lungo termine. Infatti, chi desidera consolidare il proprio rapporto, potrebbe approfittarne per rendere più stabile la relazione col partner. I single probabilmente non concluderanno l’anno da soli, a patto però che si guardino un po’ di più in giro.
Il lavoro va avanti con fatica e qualche proposta che vi verrà fatta potrebbe rivelarsi, nella realtà, meno interessante di quanto non sembri. Attenti a non peccare di superficialità e a non infilarvi in qualche situazione che potreste fare molta fatica a gestire correttamente. Meglio temporeggiare un po’, soprattutto verso la prima metà di ottobre. Novembre, invece, vi rende grintosi e desiderosi di fare nuovi progetti. Il periodo è ottimo per aprire un’attività propria. A dicembre tirate i remi in barca e non fare mosse azzardate: le stelle vi sono poco propizie.
La salute per voi è basilare, proprio come la cura del vostro corpo. Cercate però di non esagerare, nonostante il buon transito di Marte da metà novembre in poi. Infatti non solo siete a rischio di strappi o distorsioni, ma anche di infreddature. Perciò vi consigliamo ginnastica dolce ed armoniosa, anche per ritrovare la serenità mentale che ogni tanto la vita di coppia potrebbe sottrarvi.

acquarius
Ottobre si presenta complesso sotto il profilo sentimentale. I single potrebbero fare più di un incontro, ma nulla di veramente interessante. Chi è in coppia, invece, dovrà cercare di essere paziente e poco critico, se non vuole ritrovarsi a vivere in una situazione di polemica costante con il partner.
Anche novembre non offre spunti degni di nota mentre dicembre, finalmente, riporta armonia e voglia di costruire e sarà un momento ideale per cambiare casa o pensare ad allargare la famiglia. I single accettino tutti gli inviti, perché potrebbero fare un buon incontro durante una serata mondana.
Dopo l’estate, il lavoro riprende a ritmi sostenuti. Vi verrà fatta una proposta che dovrete valutare attentamente ma che, alla lunga, potrebbe rivelarsi vincente. Evitate solo di essere troppo impulsivi nelle vostre scelte. Consiglio valido anche per il mese di novembre, in cui dovrete concentrarvi sugli impegni presi in precedenza piuttosto che assumerne degli altri. Se avete voglia di cambiare, agite senza dire niente a nessuno: è una forma di scaramanzia! Dicembre porta buoni incassi, alcuni anche inaspettati, il che vi consentirà di trascorrere le vacanze di Natale alla grande, proprio come piace a voi.
La salute richiede un po’ di attenzione durante ottobre e novembre. La stanchezza e lo stress accumulati potrebbero causare piccoli fastidi, perciò cercate di rilassarvi di più e di usare il meno possibile i farmaci. A dicembre vi sentirete decisamente più in forma e la vostra vitalità potrebbe spingervi a fare anche qualche sport estremo. Marte amico vi garantirà il giusto supporto.

Ottobre parte col piede sbagliato per quanto riguarda i sentimenti. Meglio evitare inutili discussioni oppure avere il coraggio di chiamare le cose con il loro nome, altrimenti si potrebbe correre il rischio di far morire un rapporto sul nascere. Decisamente migliore novembre, quando dalla metà in poi, Marte amico riporterà la passione un po’ spenta in molti rapporti. Ascoltate quello che ha da dire il partner: potreste trarne buoni spunti. Discreto dicembre, mese in cui potrebbe arrivare qualche bell’incontro. L’importante è che non siate voi i primi a mettere troppi paletti.
Il lavoro richiede maggiore concentrazione da parte vostra, dato che potreste essere persi nei vostri marasmi affettivi. In questo modo potreste sottovalutare un pericolo o non fare le mosse giuste per consolidare la vostra situazione professionale. Cercate di essere più presenti e vedrete che anche novembre scivolerà via senza troppi problemi. Decisamente più favorevole l’ultimo mese dell’anno, in cui ritroverete la grinta necessaria per agganciare qualcuno che potrebbe esservi utile nella realizzazione di un importante progetto.
La salute potrebbe darvi qualche noia con i primi freddi, quindi attenti agli sbalzi di temperatura. Nessuna novità di rilievo a novembre mentre a dicembre Venere e Marte alleati vi regaleranno al giusta forma fisica. Occhio però a non esagerare con i festeggiamenti di fine anno.

lio
Dopo una bella estate, ottobre potrebbe presentarvi il conto portando qualche incomprensione nella vita di coppia. Il consiglio è di evitare inutili discussioni, perché servirebbero solo ad inasprire i rapporti. Meglio puntare sul dialogo e sull’apertura mentale, anche se questo potrebbe funzionare maggiormente intorno a novembre. Sconsigliabili le prese di posizione che non porterebbero nulla di positivo. Dicembre vi vede più tranquilli, anche se ancora potreste non sentirvi a vostro agio nella vita a due. Forse sarebbe il caso di domandarsi se certe scelte siano state quelle giuste, prima che l’anno prossimo arrivi Giove a farvi opposizione.
Ottobre buono per le questioni professionali. Una proposta che arriva in modo inaspettato potrebbe rivelarsi molto più interessante di quanto all’apparenza non sembri. A novembre, invece, cercate di essere lucidi e non fatevi travolgere dalle vostre simpatie personali. Altrimenti potreste correre il rischio di dare credito a qualcuno che non se lo merita. Dicembre tranquillo, anche se le uscite potrebbe superare le entrate. Perciò cercate di far quadrare meglio i conti.
Marte vi invita ad evitare strapazzi fisici. Perciò durante ottobre e novembre sarebbe meglio optare per un tipo di ginnastica dolce, evitando attività pericolose o che potrebbero causarvi piccoli strappi o distorsioni. Ottimo dicembre, mese in cui vi sentirete in splendida forma sia sotto un profilo fisico che mentale. Attenti però a non esagerare con il panettone, perché la linea potrebbe essere un po’ a rischio.


by Solen70

_________________
La vita e' un dono meraviglioso non sciuparlo
Life is a wonderful gift so' do not ruin it  


Back to top Go down
View user profile
Candy Candy
WEBMASTER
WEBMASTER
avatar

Female
Numero di messaggi : 18534
Età : 51
Località : Straniera
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 2008-05-27

PostSubject: Re: Il primo giornalino ottobre 2008   Mon Dec 01, 2008 3:33 am




.





La Bilancia è il settimo segno dello Zodiaco, ed è a questo punto dello Zodiaco che iniziamo a vedere una traslazione. Mentre i primi sei Segni dello Zodiaco si focalizzano sull'individuale, gli ultimi sei puntano al contatto individuale con gli altri e con il mondo. I nati della Bilancia sono i primi e i principali ad essere focalizzati sugli altri e sul modo in cui si relazionano a loro. Possiamo chiamarlo il segno della collaborazione con la “C” maiuscola, poiché queste persone non vogliono essere sole! Per una Bilancia, tutto è meglio se fatto in coppia. Sta bene quando è in coppia perchè così viene enfatizzato l'equilibrio, l'armonia e il senso del gioco pulito. Mentre è un buon giocatore di squadra al lavoro, la sua collaborazione favorita è a casa: il matrimonio.

La Bilancia si sente più completa quando è in coppia con il proprio amato, per sempre. Questo segno è il simbolo della Bilancia che bilanciando il meccanismo vuole stare alla pari, tranquillo. Si pensi alle bilance della giustizia e a come esse lavorano per raggiungere il giusto equilibrio. Allo stesso modo la Bilancia è oggettiva, giusta e vuole fare ciò che è meglio per tutti. E’ possibile, comunque, che questa tendenza alla giustizia sia dovuta a una diversa ragione: la Bilancia aborre i conflitti.

I nati della Bilancia studiano ogni possibile angolazione nella speranza di raggiungere pace ed armonia, così che sembrano gli altri possono incostanti o indecisi. Per la Bilancia va bene tutto ciò che serve ad evitare un confronto. E’ un acuto stratega, organizza gruppi con equilibrio e ci riesce bene ( in armonia con la Qualità Principale assegnata a questo Segno). Inoltre, puoi aspettarti che siano persone socievoli, di compagnia. La Bilancia è dominata dal pianeta Venere. Nell’antica mitologia romana, Venere era una seduttrice che si trovava, al meglio, tra eccessi di piacere. I Bilancia certamente portano oggi la torcia per lei. Essi sono acculturati, raffinati, e amano le cose belle. Soprattutto amano le persone affascinanti, perciò si trovano molto bene ai cocktail party o al teatro, all’ opera o al balletto. I nati sotto questo segno hanno sempre la cosa giusta da dire e sanno come far sentire gli altri a proprio agio. Cortesi? Potete scommetterci. I Bilancia sono così portati per le conversazioni affascinanti che hanno bisogno di stare attenti a oltrepassare i loro confini e apparire vani o pettegoli ( i Bilancia amano gli intrighi). Quando queste persone fanno il loro gioco, comunque, è un piacere essere insieme a loro. I Bilancia sono artisti, modaioli e si divertono a creare un mondo meraviglioso. Il rovescio di ciò è che i Bilancia annoiati possono diventare apatici e pigri – ma sorridono comunque.

L’Elemento associato alla Bilancia è l’Aria, e questo significa giungere più in alto, in particolare ad una mente più alta.

E' il segno della giustizia, rappresentativo delle persone che pesano tutto alla perfezione, sempre cercando di promuovere buona volontá ed amicizia, anche se devono giungere agli estremi per farlo.

Ció é messo in pratica dal loro amore per l'armonia e la bellezza, che si riflette nel raggio benefico del segno dominante del pianeta, Venere. Simpatia e comprensione sono le qualitá supreme con Venere.

La Bilancia non é mai sorda all'appello della famiglia o degli amici e spesso prende le difese anche degli estranei se ritiene che sia una causa degna.

I nati della Bilancia tendono a difendere le persone in difficoltá, anche se contro il loro piú sano giudizio. Di nuovo, ció sembra dovuto al loro bisogno di equiparare i problemi e produrre armonia. L'intuizione, a prescindere che sia giusta o meno é una forza che guida la Bilancia e spesso le permette di scoprire inganni e insinceritá.


by solen70

_________________
La vita e' un dono meraviglioso non sciuparlo
Life is a wonderful gift so' do not ruin it  


Back to top Go down
View user profile
Candy Candy
WEBMASTER
WEBMASTER
avatar

Female
Numero di messaggi : 18534
Età : 51
Località : Straniera
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 2008-05-27

PostSubject: Re: Il primo giornalino ottobre 2008   Mon Dec 01, 2008 3:33 am

per commentare e leggere altro accedi al link

http://bollicine.my-free-forums.com/astrologia-f23/

_________________
La vita e' un dono meraviglioso non sciuparlo
Life is a wonderful gift so' do not ruin it  


Back to top Go down
View user profile
Candy Candy
WEBMASTER
WEBMASTER
avatar

Female
Numero di messaggi : 18534
Età : 51
Località : Straniera
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 2008-05-27

PostSubject: Re: Il primo giornalino ottobre 2008   Mon Dec 01, 2008 3:34 am



LE RICETTE DI RENATA.L


Pan di spagna



Ingredienti

300 gr di farina
300 gr di zucchero
8 uova intere
2 bustine di lievito

sbattere le uova con lo zucchero, fino ad ottonere un impasto omogeneo, aggiungere un pò per volta la farina ed infine le bustine di lievito sciolte in 1/2 bicchiere di latte (vi consiglio di usare un bicchiere molto capiente perchè nel mescolare aumenta il volume) infornare per 40 minuti a 180° (il forno non deve essere preriscaldato, così lievita meglio)

ps con questa dose ho usato una teglia di 25*35 come dimensioni








ps se cliccate sulle foto si ingrandiscono...





Crema pasticcera


Ingredienti

1 litro di latte
6 tuorli
200 gr di zucchero
100 gr di farina

far bollire il latte, intanto a parte sbattere bene i tuorli con lo zucchero, aggiungere 1 cucchiaio per volta la farina, ed infine sempre molto lentamente il latte. rimettere il tutto sul fuoco e mescolare fino a quando la crema si addensa (5/10 minuti circa). quando ha raggiunto la consistenza che vogliamo aggiungiamo una buccia di limone (toglie il sapore e l'odore delle uova) e spolveriamo con dello zucchero (serve ad evitare che si formino grumi con il raffreddamento)
così si ottiene un'ottima base che poi può essere aromatizzata come si desidera, si può unire della panna montata, oppure le creme concentrate già pronte




Mousse di fragole



INGREDIENTI:
una tazza di fragole
una tazza di zucchero
un albume d'uovo

in un contenitore capiente si mettono le fragole con lo zucchero.
le fragole si schiacciano con una forchetta, fino ad ottenere tipo una gelatina,si aggiunge l'albume e si inizia montare.
il composto cambia consistenza e colore, diventando roseo e morbido
Si fa raffreddare per un paio di ore in frigo o per 1/2ora in freezer e si serve decorato con fragole


by renata.l

_________________
La vita e' un dono meraviglioso non sciuparlo
Life is a wonderful gift so' do not ruin it  


Back to top Go down
View user profile
Candy Candy
WEBMASTER
WEBMASTER
avatar

Female
Numero di messaggi : 18534
Età : 51
Località : Straniera
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 2008-05-27

PostSubject: Re: Il primo giornalino ottobre 2008   Mon Dec 01, 2008 3:35 am

baci perugina


Ingredienti
Cioccolato al latte a pezzi g 200
Cioccolato fondente a pezzi g 300
Nocciole g 200
Zucchero a velo g 130
Panna, 4 cucchiai

Tostare le nocciole in forno caldo a 180° e privarle della pellicina. Tritarne finemente 150 grammi e lasciare le altre per la finitura. Nella stessa ciotola delle nocciole tritare, aggiungere la panna e lo zucchero e macinare ancora per qualche secondo. Fondere a bagnomaria il cioccolato al latte e unirlo alle nocciole tritate.
Formare tante palline di uguale dimensione, modellandole con le mani. Su ogni sfera appoggiare una nocciola intera, premendola un po'. Adagiarle su una leccarda o un teglia rivestita di carta da forno e lasciare rapprendere in frigo.
Fondere a bagnomaria il cioccolato fondente e temperarlo. Prendere le praline una ad una e immergervele tenendole con una forchettina. Lasciare solidificare in un luogo fresco e asciutto.






IL BABA' NAPOLETANO


RICETTA PER CHI HA IL BIMBY

[font=Comic Sans Ms]ingredienti:
350gr di farina manitoba
2 cucchiai di zucchero
5 uova intere
1 cubetto di lievito e mezzo
100 gr di burro
1 pizzico di sale.


PROCEDIMENTO:
Inserire nel boccale il burro, lo zucchero le uova, il sale e il lievito, lavorare per 30 sec. v. 7, poi unire la farina e impastare per altri 30 sec v. 7. Lasciare 30 minuti nel boccale. Lavorare di nuovo l'impasto nel bimby 10 sec. vel. 7 versare l’impasto nello stampo imburrato e infarinato. Lasciarlo lievitare finchè non raddoppia di volume e cuocere in forno caldo per 10 minuti a 220° e per 25 minuti a 180° e quando sarà dorato lo tirate dal forno, un pò x volta.
cmq con queste dosi ci vuole una teglia con 25 scanalature, diametro 23/24 viene grande.


PER LA BAGNA
1 litro d'acqua
260 di zucchero
3 o 4 bicchierini di plastica di rhum.


PROCEDIMENTO:
Portare a ebollizione l’acqua, spegnere il gas e versare lo zucchero, mescolando finchè non sarà tutto sciolto. Quando la bagna è fredda (cioè potete mettere il dito nell’acqua) versate il rhum. Non fatelo prima altrimenti evapora.


Quando il babà sarà freddo senza toglierlo dallo stampo praticate tanti fori con uno stuzzicadente (serve per far penetrare bene il bagno)e un pò per volta versate tutto il bagno. Deve rimanere nello stampo con tutto il bagno x almeno un'ora dopodichè lo girate e fate bagnare la parte superiore.
fatto ciò potete lasciarlo anche tutta la notte.
poi lo lucidate e lo guarnite a piacere con panna, o crema gialla o crema al cioccolato.
ricordati di bucare la superficie del babà con 1 stecchino tale da farci tanti piccoli buchi. poi lo bagni un pò x volta fino a metterlo tutto, e lo fai stare 1 ora ( NON TOGLIERLO DALLO STAMPO). poi lo giri.
se il giorno dopo c'è ancora tanto bagno sotto lo puoi aspirare con una comune siringa,e lo metti in una bottiglia, con ancora un pò di rhum. così quando lo servi se qualcuno lo vuole un pò più forte di rhum glielo mette


si può ridurre la dose cosi:

200gr di farina manitoba
3 uova intere
1 cucchiaio di zucchero
1 cubetto di lievito
50 gr di burro
1 pizzico di sale.
con questo dosaggio ci vuole uno stampo x babà di diametro 20.
sempre con questo dosaggio puoi farlo negli stampini da babà e te ne escono 10.
per chiarimenti chiedete



by renata.l

_________________
La vita e' un dono meraviglioso non sciuparlo
Life is a wonderful gift so' do not ruin it  


Back to top Go down
View user profile
Candy Candy
WEBMASTER
WEBMASTER
avatar

Female
Numero di messaggi : 18534
Età : 51
Località : Straniera
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 2008-05-27

PostSubject: Re: Il primo giornalino ottobre 2008   Mon Dec 01, 2008 3:36 am

PASTA CON LE MELANZANE


ingredienti x 2 persone

1 barattolo di pomodoro
1 melanzana sbucciata e tagliata a cubetti
1 spicchio di aglio
prezzemolo
sale
pepe
olio
basilico
1 bicchiere d'acqua


allora mettere in una pentola tutti gli ingredienti insieme e far cuocere per 30 minuti o fino a quando sono cotte le melanzane.




BUCATINI ALLA BELLA NAPOLI



ingredienti

x 2 persone

1 barattolo di pomodoro
1 melanzana sbucciata e tagliata a cubetti
1 spicchio di aglio
prezzemolo
sale
pepe
olio
basilico
1 bicchiere d'acqua
2 mozzarelle
1/2 barattolo di olive nere denocciolate


preparare il pomodoro, mettere in una pentola tutti gli ingredienti insieme e far cuocere per 30 minuti o fino a quando sono cotte le melanzane.
intanto cuocere i bucatini e tagliare a dadini la mozzarella e le olive, scolare i bucatini al dente e versarli nuovamente nella pentola dove bisogna aggiungere il pomodoro, la mozzarella e le olive, far saltare bene in pentola fino a quando si scioglie la mozzarella... servire subito e se si gradisce aggiungere pecorino romano...



PENNE ALLA MASANIELLO


Ingredienti x 2 persone

1 barattolo di pomodoro
1/2 cipolla
olio
basilico
2 mozzarelle
sale

allora preparare il pomodoro mettendo in un tegame olio, cipolla, basilico, sale e pelato far cuocere x 15 minuti e intanto cuocere le penne. scolare la pasta versarla nella padella del pomodoro aggiungere la mozzarella a dadini, far saltare fino a sciogliere la mozzarella e servire subito...



PASTA CON TONNO E POMODORINI


Ingredienti x 2 persone

2 scatolette di tonno da 80 gr l'una
aglio
olio
3 o 4 pomodorini
1/2 bicchiere di vino bianco
origano
basilico
sale

allora far soffriggere l'olio con l'aglio e il tonno (mettete anche l'olio del tonno) quando l'aglio sarà dorato versare il fino e far evaporare un pò, aggiungere i pomodorini tagliati a dadini un pò di sale e far cuocere per 10/15 minuti se si asciuga troppo aggiungere un pò d'acqua...


by renata.l

_________________
La vita e' un dono meraviglioso non sciuparlo
Life is a wonderful gift so' do not ruin it  


Back to top Go down
View user profile
Candy Candy
WEBMASTER
WEBMASTER
avatar

Female
Numero di messaggi : 18534
Età : 51
Località : Straniera
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 2008-05-27

PostSubject: Re: Il primo giornalino ottobre 2008   Mon Dec 01, 2008 3:37 am

PER LE RICETTE DI RENATA E LE SUE TORTE SUPER DECORATE, FORUM CUCINA http://bollicine.my-free-forums.com/cucina-f22/i-pasticci-di-renatal-dolce-salato-t1045.htm#30585

_________________
La vita e' un dono meraviglioso non sciuparlo
Life is a wonderful gift so' do not ruin it  


Back to top Go down
View user profile
Candy Candy
WEBMASTER
WEBMASTER
avatar

Female
Numero di messaggi : 18534
Età : 51
Località : Straniera
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 2008-05-27

PostSubject: Re: Il primo giornalino ottobre 2008   Mon Dec 01, 2008 3:37 am

TAGLIATELLE ALLA TIBETANA


Ingredienti per il condimento tibetano

- 3 carote
- 3 zucchine
- 2 cipolle
- sale
- olio di semi di girasole
- shoyu

Preparazione del condimento tibetano:

Tagliate le zucchine e le carote alla julienne, affettate sottilmente le cipolle. In una padella larga (se possedete un Wok è ancora meglio), mettete 4 cucchiai di olio di semi di girasole (possono andare bene anche altri oli di semi) e fate saltare le verdure a fuoco vivace, rimestandole spesso affinché non si brucino. Appena assumono un aspetto più cotto, spegnete il fuoco. Cuocete le tagliatele e, una volta scolate, versatele nella zuppiera, immediatamente conditele con le verdure saltate e aggiungete un giro di shoyu. Mescolate bene in modo che le verdure si amalgamino alle tagliatelle e servite.

LO SHOYU e' una qualita' di salsa di soya che si trova nei negozi di macrobiotiva e talvolta erboristeria, ma si puo' sostituire con TAMARI o soya.




Orecchiette con pomodorini al forno e fagiolini



Ingredienti:
orecchiette,
pomodorini pachino o miami o del mazzetto,
fagiolini,
olio, sale, basilico fresco







Lavate i pomodori e tagliateli a metá. Adagiateli su una teglia da forno, salate la superficie, irrorate con olio d'oliva ed infornate a 200 C per circa 20 minuti o fino a quando non si sará formata una crosticina. Pulite e lavate i fagiolini, tagliateli a metá e cuoceteli in acqua bollente salata. A metá cottura versate le orecchiette ed ultimate. Riportate tutto in padella, versate i pomodori, un filo d'olio e basilico fresco, saltate e servite
BUON APPETITO cheers .



by renata.l

_________________
La vita e' un dono meraviglioso non sciuparlo
Life is a wonderful gift so' do not ruin it  


Back to top Go down
View user profile
Candy Candy
WEBMASTER
WEBMASTER
avatar

Female
Numero di messaggi : 18534
Età : 51
Località : Straniera
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 2008-05-27

PostSubject: Re: Il primo giornalino ottobre 2008   Mon Dec 01, 2008 3:39 am

Arancini farciti





Ingrediente principale: Riso

Ingredienti e dosi per 6 persone
100 g di riso originario
30 cl di brodo
2 uova
30 g di formaggio grana grattugiato
2 fette spesse di mortadella
Pangrattato
1 cipolla
20 g di burro
1 presa di sale
Abbondante di olio d'oliva


Preparazione

Dorare la cipolla tritata nel burro poi unirvi il riso e farlo tostare a fuoco dolce, mescolando.
Unire poco per volta il brodo bollente e portare a cottura il riso.
Incorporare un uovo e il grana e mescolare vigorosamente.
Con questo composto formare delle palline e inserire al centro di ognuna un cubetto di mortadella.
Passarle nell'uovo sbattuto con una presa di sale, nel pangrattato e friggerle in abbondante olio caldo.
BUON'APPETITOOOOOOOO



tipico dolce sardo.
Ingr.600gr.farina
150gr.di strutto
400gr.di formaggio fresco.va bene anche la provola
miele qb
un limone grattug.

olio per friggere.
impastate la farina con un pò di acqua tiepida,un pizz. di sale e lo strutto,fino ad ottenere una pasta soda e liscia,che farete riposare per un pò.
Preparate nel frattempo il ripieno:grattuggiate il formaggio e unite la buccia del limone gratt.
Stendete ora la pasta ,tirate una sfoglia non troppo sottile,e ricavate dei cerchi di circa 10 cm,ponete al centro un pò del ripieno e ricoprite con un'altro disco di pasta premendo bene i bordi.
Friggete in olio bollente poss.d'oliva,scolare e cospargere di miele liquido.
Servite calde. Abbinate una buona Malvasia di Bosa. o09




CICERCHIE



Ingredienti:

500 g di cicerchie
aglio
sedano
alloro
pomodoro
olio
sale e pepe

Procedimento:

Mettere a bagno le cicerchie in acqua e bicarbonato per una notte.
Metterle a soffriggere con un pò di olio nella pentola a pressione.
Aggiungere l'aglio, il sedano, sale e pepe, l'alloro e due cucchiai di pomodoro, e lasciare insaporire.
Ricoprire con l'acqua e cuocere venti minuti dal fischio della pentola.
Cuocere la pasta e servire.

_________________
La vita e' un dono meraviglioso non sciuparlo
Life is a wonderful gift so' do not ruin it  


Back to top Go down
View user profile
Candy Candy
WEBMASTER
WEBMASTER
avatar

Female
Numero di messaggi : 18534
Età : 51
Località : Straniera
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 2008-05-27

PostSubject: Re: Il primo giornalino ottobre 2008   Mon Dec 01, 2008 3:40 am

Per commentare e leggere altro accedere al link

http://bollicine.my-free-forums.com/cucina-f22/

_________________
La vita e' un dono meraviglioso non sciuparlo
Life is a wonderful gift so' do not ruin it  


Back to top Go down
View user profile
Candy Candy
WEBMASTER
WEBMASTER
avatar

Female
Numero di messaggi : 18534
Età : 51
Località : Straniera
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 2008-05-27

PostSubject: Re: Il primo giornalino ottobre 2008   Mon Dec 01, 2008 3:41 am


Quote :
Amici cari la stagione cambia e vorrei darvi qualche consiglio per mantenere e rinnovare l'aspetto dei giardini e dei terrazzi....intanto se pensate di fare cambiamenti strutturali questo è il momento giusto per i lavori più impegnativi: creare nuove aiuole, impiantare un prato, rimuovere alberi morti, trapiantare , lavorare in modo profondo il terreno.sistemare i drenaggi...ecc.ecc. E' il momento giusto anche per sostituire nei vasi le piante stagionali e fare in modo che il nostro verde abbia sempre un aspetto curato.....le viole del pensiero sia nella varietà a fiore grande che piccolo sono davvero graziose e molto resistenti al freddo e alla pioggia ,vi consiglio di formare delle composizioni con piccole conifere e l'edera ,anche variegata....per portici ,balconi o terrazzi dove non piove sono ideali i ciclamini ,sia mignon che a fiore grande mischiati a piccole felci,edere,erica ,ruscus....per chi vuole un effetto piu' eclatante ci sono anche le varietà di settembrini e crisantemi a fiore piccolo che formano cuscini fioriti compatti dai colori vivaci e brillanti.....se state progettando un nuovo giardino pensate ad un angolo con qualche rosa botanica ,la Nandina ,il piracanthas,per avere la gioia di un'esplosione di bacche rosse il prossimo autunno....e ai loro piedi ,messi a insevatichire bulbi di croco autunnale...giallo e allegro con bellissime foglie lanceolate verde brillante....cercate di usare piante che siano in armonia con la vegetazione locale e non sbaglierete mai....usate quello che di bello ci da' la natura....sassi di fiume... rocce bucherellate....ceppe da usare come fioriere.....fate di un difetto una particolarità e usate le cose piu' potenti che abbiamo : amore e fantasia!

by edy2007

_________________
La vita e' un dono meraviglioso non sciuparlo
Life is a wonderful gift so' do not ruin it  


Back to top Go down
View user profile
Candy Candy
WEBMASTER
WEBMASTER
avatar

Female
Numero di messaggi : 18534
Età : 51
Località : Straniera
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 2008-05-27

PostSubject: Re: Il primo giornalino ottobre 2008   Mon Dec 01, 2008 3:41 am

Quote :
Oggi vi parlerò dei tulipani....quelli che pianterò io sono la varietà "BLEU AIMABLE" e raggiungono i 60 cm di altezza con un fiore grande ,blu' li mischierò a tulipani botanici con fiori variegati e multipli alti 35 cm circa per dare compattezza alla composizione....vi consiglio sempre di usare almeno due varietà di bulbi per avere un effetto cromatico ricco e ottimale....ai tulipani si possono mischiare anche bulbi di narciso ,giacinti,crocus e qualunque tipo di bulbose primaverili...sono tutte rustiche ,resistenti al freddo e alle malattie....anche i muscari sono deliziosi....nei garden center si trovano già ...quindi che aspettate? i bulbi si possono piantare dappertutto...anche in piena terra.sotto gli alberi...lungo i vialetti ...lasciandoli nel terreno a inselvatichirsi ogni anno compiranno il miracolo....anche le scille sono bellissime...i mughetti...le astroelmerie...

_________________
La vita e' un dono meraviglioso non sciuparlo
Life is a wonderful gift so' do not ruin it  


Back to top Go down
View user profile
Candy Candy
WEBMASTER
WEBMASTER
avatar

Female
Numero di messaggi : 18534
Età : 51
Località : Straniera
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 2008-05-27

PostSubject: Re: Il primo giornalino ottobre 2008   Mon Dec 01, 2008 3:42 am

Quote :
Ancora ci saranno belle giornate ,anche calde durante il giorno ma oramai la notte le temperature sono intorno ai 10 gradi,anche meno,e alcune piante particolarmente sensibili al freddo vanno riparate....le più comuni sono l'ibiscus, le mandevilla, tutte le piante da appartamento che hanno passato l'estate fuori,i gerani,le orchidee,alcune varietà di piante grasse...durante il giorno però bisogna arieggiare e ricordarsi di innaffiare regolarmente...sospendendo però le concimazioni fino alla primavera...pulire molto bene le piante dalle foglie morte per evitare l'annidarsi di parassiti...potare i gerani di 1/3....l'Autunno è anche la stagione adatta per mettere a dimora alberi e arbusti...preparare il terreno per il prato e combattere le infestanti...insomma c'è un sacco di lavoro da fare!!!!!!

by edy2007

_________________
La vita e' un dono meraviglioso non sciuparlo
Life is a wonderful gift so' do not ruin it  


Back to top Go down
View user profile
Candy Candy
WEBMASTER
WEBMASTER
avatar

Female
Numero di messaggi : 18534
Età : 51
Località : Straniera
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 2008-05-27

PostSubject: Re: Il primo giornalino ottobre 2008   Mon Dec 01, 2008 3:43 am

Quote :
cari amici,vorrei rendermi utile dandovi qualche semplice consiglio per ottenere il meglio dal vostro spazio verde anche quando il tempo è poco e magari non siete pronti ocapaci di risistemare il caos davanti a casa vostra. Che cosa di può fare velocemente e con poca spesa per rendere l'aspetto del giardino o del terrazzo più curato? ecco alcune idee pratiche che renderanno il tutto presentabile ,dandovi il tempo di respirare ,prima di intraprendere progetti piu' ambiziosi con calma e progettazione:PASSO NUMERO 1 : PULIRE E BUTTARE la prima cosa da fare è guardare con occhio severo al vostro giardino/ terrazzo e decidere cosa potete buttare via,una pulizia decisa da' subito risultati e tutto acquista subito un aspetto più curato.PASSO NUMERO 2 . FALCIARE IL PRATO RIFINENDO BENE GLI ANGOLI: è stupefacente quanto il giardino sembri più bello dopo aver falciato il prato,questo lavoro non si fà in inverno ,ma è ai primi posti della lista dei lavori da fare in tutte le altre stagioni!PASSO NUMERO 3 : FORBICI AFFILATE E SBOCCIOLARE I FIORI APPASSITI: pochi minuti con un paio di cesoie fanno meraviglie. Sbocciolate tutti i fiori appassiti ,asportate tutti i rami e le foglie secche o deteriorate. Togliete anche la maggior quantità possibile di erbacce..... e adesso guardatevi intorno....certo ci sono ancora molte cose da fare....ma va' già meglio vero? e allora al lavoro.....è in autunno che si prepara la primavera...


by edy2007

_________________
La vita e' un dono meraviglioso non sciuparlo
Life is a wonderful gift so' do not ruin it  


Back to top Go down
View user profile
Candy Candy
WEBMASTER
WEBMASTER
avatar

Female
Numero di messaggi : 18534
Età : 51
Località : Straniera
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 2008-05-27

PostSubject: Re: Il primo giornalino ottobre 2008   Mon Dec 01, 2008 3:43 am

Quote :
ciao a tutti...state curando il vostro verde? adesso è il momento giusto per mettere a dimora nuove piante così da poter avere una buona fioritura a primavera...preparare con cura il posto ,lavorando bene la terra e mettendo sul fondo della buca del concime (in genere stallatico maturo ) poi uno strato di terra (10 cm circa ) di modo che le radici non siano subito a contatto col concime ...allentare un po' il pane di terra intorno alle radici e ricoprire bene...innnaffiare molto abbondantemente e se serve mettere un tutore....questa è la procedura giusta per rose,lillà,gelsomini,glicini,piccole conifere ,abutillon, passiflore ,ecc...sugli arbusti già esistenti si effettua anche una potatura leggera....togliendo i rami che hanno fiorito ,quelli nati storti o troppo deboli ,cercando nel contempo di dare e mantenere una forma armoniosa alla pianta( in fondo un giardino è questo:la ricerca dell'armonia !) lavorare il terreno nelle aiole di rose e in genere intorno agli arbusti...interrare un concime (letame maturo, guano, ecc.. ) e togliere più infestanti possibile.... ecco per momento può bastare....matorno presto,ci sono molte altre cose da fare!!!! vi saluto tutti con affetto, alla prossima!!

autunno...tempo di zucche...se volete svuotarle piu' velocemente provate a usare l'attrezzo per fare le palline di gelato a mo' di scavino....non gettate via i semi ,mi raccomando, se avete un orto potrete piantarli l'anno prossimo oppure se li farete tostare avrete un ottimo spuntino, molto salutare....per dare un aspetto più bello alla vostra zucca spruzzatela con un lucidante fogliare spry oppure ungetela con un po' d'olio....

by edy2007

_________________
La vita e' un dono meraviglioso non sciuparlo
Life is a wonderful gift so' do not ruin it  


Back to top Go down
View user profile
Candy Candy
WEBMASTER
WEBMASTER
avatar

Female
Numero di messaggi : 18534
Età : 51
Località : Straniera
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 2008-05-27

PostSubject: Re: Il primo giornalino ottobre 2008   Mon Dec 01, 2008 3:44 am


_________________
La vita e' un dono meraviglioso non sciuparlo
Life is a wonderful gift so' do not ruin it  


Back to top Go down
View user profile
Candy Candy
WEBMASTER
WEBMASTER
avatar

Female
Numero di messaggi : 18534
Età : 51
Località : Straniera
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 2008-05-27

PostSubject: Re: Il primo giornalino ottobre 2008   Mon Dec 01, 2008 3:46 am





In a new interview, Nicole Kidman revisits her past with ex-husband Tom Cruise, but focuses on her future with "the greatest man," current hubby Keith Urban.
"I didn't foresee it, that you can meet somebody who you have a deep and more profound love with," the actress — who divorced Tom in 2001 — says of the country crooner in the November edition of Elle. "I don't mean to take away anything with Tom, but I would hope that he has the same thing — I know he has the same thing with Katie [Holmes]. You move into a stage where you're able to be a more fuller person in your relationship."

As for whether she married Tom too young — she was only 22! — she said, "Would I want my kids to get married at that age? No! But that was an extraordinary thing for me. [Tom] taught me an enormous amount — as a girl into a woman. Absolutely, I would do it again."

Nic also discussed her new daughter, Sunday, who she gave birth to naturally in July.

"It was the most beautiful thing to go through with him," she said of giving birth with Keith by her side. "I had a great team of women, too. At one point there were nine women in the room and Keith."

She calls Keith the "greatest man besides my dad," saying he's loyal and a soul searcher. And she loves living a quieter life with her new family in their Tennessee farm, where she's said she spends time tending to her organic vegetable garden.

"There's something to be said for going back to a simple form of living — nature and family," she said. "There's something very... there's safety in that."

Do you think Nicole and Keith are in it for the long haul? Will they last longer than Tom and Katie?







"It's like he was genetically bred to be a teen star." That's Penn Badgley, marveling to the November issue of Details about the inherent dreaminess of his oh-so-pretty "Gossip Girl" co-star Chace Crawford.

But it turns out those lush eyebrows and sensitive-guy side-swept bangs are a heavy cross to bear.



Good sport that he is, Crawford "cheerfully" ticks off some of the barbs that have been aimed his way: "Model turned actor, dime a dozen, eye candy, doesn't know what he's doing ... and Perez Hilton says I have 'gayface.' So on top of everything else, I have to overcome gayface."

Speaking of which, he once again laughs off those rumors that he and cast mate -- and roommate -- Ed Westwick are anything more than pals, explaining that their decision to move in together was financially and aesthetically motivated.

"I thought, 'Let's pool our money and get something good,'" says Chace, 23. "I didn't even know if the show was going to last."

Westwick, who was spotted spit-shining Drew Barrymore's tonsils last week, has been equally dismissive of the talk, although he does confess a deep, dark secret to the magazine.

The British actor, 21, reveals that he kinda sorta modeled the American accent for his scheming, lady-killing alter ego Chuck Bass on the guy who played the bow-tied straight man to Will Smith's cucumber-cool character on "The Fresh Prince of Bel Air."

"Ummmm ... a little bit, maybe. I don't know, man, there's a slight thing in Carlton Banks, that kind of uber-preppy, that I did pick up on," he admits with what the mag describes as "comic embarrassment."

As for Badgley, 21, he may not have the limpid baby blues or dramatically flaring nostrils of his co-stars, but he does have a girlfriend in leading lady Blake Lively, whom he's been coupled up with since early this year.

He describes the collision of their on- and off-screen relationship as "wonderful and also something to grapple with," but refrains from going into detail.

"You have to draw the line somewhere," he figures. "I'm fine talking about my family and personal history, because it humanizes you. But I have to save some s--- for me."

Penn, whom the mag reports has been ordered to shave down his thicket of chest hair so as not to alarm the delicate teen demographic, then opts for the humanizing thing, opining, "One of the things that's been my bread and butter with all these television shows I've done is that I don't give a s---."

He adds that not unlike his humorless "GG" character Dan Humphrey, "People who don't know me that well often think I'm a bit of an ass---- and take myself too seriously."

What they don't know, the actor continues, is "that I don't take anything seriously. And that just because I'm not smiling doesn't mean I'm not happy. Chace is one of the most positive guys I've ever met, and you can see that in the way he walks around. I'm also like that -- but you can't see it."

Not that he's complaining.

"The truth is, we all wanted this," says Badgley. "We're living amazing lives that so outweigh the negative s---. To do what we do? Sometimes I feel like we're cheating the rest of the world."


Women who collect lifelike dolls
Eerily realistic ‘reborns’ sell for up to $4,000: ‘It fills a spot in your heart’






“It fills a spot in your heart,” Lynn Katsaris told TODAY’s Matt Lauer Wednesday in New York as she cuddled “Benjamin” and “Michael” in her arms. A realtor from suburban Phoenix, Katsaris is also an artist who has created 1,052 reborn dolls and sold them to women around the world. She was one of three grown women visiting the show with five of the the bogus — but eerily realistic — babies cradled tenderly in their arms.

Dolls have been around for thousands of years, but the so-called reborn dolls, which are hand-painted and provided with hair whose strands are individually rooted in their vinyl heads, date back to the early 1990s. Since they first were created in the United States, they have become increasingly popular around the world, selling on dedicated Web sites and on eBay for $500 to $4,000, and even higher.


Cuddly ... or creepy?
Some people find the lifelike dolls downright creepy. But collectors, some of whom treat the dolls as real children, feel there’s nothing unusual about their passionate hobby.

Monica Walsh, a 41-year-old wife and mother of a 2-year-old daughter from Orange County, N.Y., has one doll – “Hayden.” And, yes, she told Lauer, she plays with her doll “the same way a man might make a big train station and play with his train station or play with his sports car, his boat or his motorcycle.”

Fran Sullivan, 62, lives in Florida and has never had children. She brought two reborns to New York, “Robin” and “Nicholas,” and said she has a collection of more than 600 dolls of all kinds, including a number of reborn dolls.

Sullivan told Lauer she rotates her dolls, choosing a new one to care for each day depending on how she feels. She talks to them as she would to an infant, but said it’s really not all that strange.


“Children talk to their dolls, and they express their feelings toward their dolls,” she told Lauer. “And as a 40- or 50- or 60-year-old woman, you do the same thing. You’re still the same person you were when you were an 8-year-old.”

“I have a 2-year-old daughter. I don’t feel that way at all that it replaces her. It’s completely different having a real baby,” Walsh explained. “But I think she’s going to love the fact that I play with dolls. How much fun is it going to be for her?”


The vinyl dolls don’t just look exactly like real babies — they also feel real. Their bodies are stuffed and weighted to have the same heft and a similar feel to a live baby. Mohair is normally used for the hair and is rooted in the head strand by strand, a process that can take 30 hours. A magnet may be placed inside the mouth to hold a magnetic pacifier.

To add realism, some purchasers opt for a heartbeat and a device that makes the chest rise and fall to simulate breathing.

The dolls are made individually by home-based artisans like Katsaris, who start with a vinyl form that is either purchased or made by the artisan.

The remarkable degree of realism is achieved by dozens of layers of paint, beginning with tiny veins and mottled skin. Each layer of paint is baked on in an oven to make it permanent.


Dolls may be one of a kind, or one of a limited series made from the same mold. Some customers order special dolls that are exact replicas of their own children who died at birth or in infancy. These are individually made from hand-sculpted clay forms made from photographs of the child.

The customers are almost all women. Some buy them because they collect dolls. Others buy them as surrogates for children that were lost or have grown and left the home. Some women dress the dolls, wash their hair, take them for walks in strollers and take them shopping.

They won’t grow up
One woman in the BBC documentary, married and in her 40s, said she wanted a real baby, but was too busy to commit to caring for a real one. A reborn doll satisfies her maternal instincts, she said, without all the carrying on and mess.

Reborns, she said, “never grow out of their clothes, never soil them. It's just fabulous. The only difference, of course, is these guys don't move.”


At least one nursing home in the United Kingdom makes dolls available to female residents, who become calmer and less disruptive when “caring” for their infants.


The dolls have led to some misunderstandings. In the United States and other countries, police smashed the windows of a car to rescue “infants” that had been left in booster seats in parked cars.

Walsh is among those who straps hers into an infant’s seat when she takes it out in her car. “They’re expensive and you gotta protect them. They’re valuable.”

She added that she also may put her doll in a stroller when she’s with her daughter – “for fun.”

Katsaris takes hers out in stroller, but for a different reason: to show them off to potential buyers. Sullivan said she doesn’t take her dolls out in public except to transport them to doll shows. But, she added, when she gets a new one, she shows it off.

“I take my dolls across the street every time I get a new one and show them off to my neighbors,” she told Lauer. “I love to hear them say, ‘Oh, that is such a beautiful doll! It’s such a beautiful baby!’ ”


Sullivan said she, too, talks to her dolls, but she does not carry on conversations with them.

Walsh said her husband doesn’t think it strange that his wife plays with dolls. “He likes them too,” she said. “He says when he holds the baby it makes him feel good. It reminds him of the day his daughter was born. Everybody likes to hold a baby. It makes you feel at peace. It makes you feel calm.”

None of the women apologized for their love of reborn dolls or felt they were doing anything that is unhealthy.

“I don’t really worry too much about what people think about me,” Walsh said. “I just try to make myself happy, and it makes me happy to collect dolls. I feel like a little girl that just never stopped loving dolls.”

byMOMI70

_________________
La vita e' un dono meraviglioso non sciuparlo
Life is a wonderful gift so' do not ruin it  


Back to top Go down
View user profile
Candy Candy
WEBMASTER
WEBMASTER
avatar

Female
Numero di messaggi : 18534
Età : 51
Località : Straniera
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 2008-05-27

PostSubject: Re: Il primo giornalino ottobre 2008   Mon Dec 01, 2008 3:47 am


Pumpkin-Walnut Focaccia with Gruyère






The recipe makes two generous free-form loaves--one to enjoy now, and one to freeze later or give as a gift. If you're making the bread for the Chicken and Ham Sandwich with Artichoke-Tomato Spread, pat the dough into a 9-inch circle so the sandwiches will be easier to eat.

This recipe goes with Chicken and Ham Sandwich with Artichoke-Tomato Spread

Yield
2 loaves, 8 servings each (serving size: 1 wedge)

Ingredients
3/4 cup warm water (100° to 110°)
1/3 cup packed brown sugar
1 package dry yeast (about 2 1/4 teaspoons)
3 1/2 cups bread flour, divided (about 15 3/4 ounces)
3 tablespoons butter, melted
1 cup canned pumpkin
1 teaspoon salt
1/4 teaspoon ground nutmeg
3/4 cup (3 ounces) grated Gruyère cheese, divided
Cooking spray
1 teaspoon cornmeal
1/3 cup coarsely chopped walnuts
Preparation

Combine water, sugar, and yeast in a large bowl; let stand 5 minutes. Lightly spoon flour into dry measuring cups; level with a knife. Add 1 cup flour and butter to yeast mixture; stir just until combined. Cover and let rise in a warm place (85°), free from drafts, 30 minutes.

Add pumpkin, salt, and nutmeg to flour mixture; stir until well combined. Add 2 1/4 cups flour and half of cheese; stir until a soft dough forms. Turn dough out onto a floured surface. Knead until smooth and elastic (about 8 minutes); add enough of remaining 1/4 cup flour, 1 tablespoon at a time, to prevent dough from sticking to hands (dough will feel tacky).

Place dough in a large bowl coated with cooking spray, turning to coat top. Cover and let rise in a warm place (85°), free from drafts, 1 hour or until doubled in size. (Press two fingers into dough. If indentation remains, dough has risen enough.) Punch dough down; cover and let rest 5 minutes. Divide dough in half; shape each half into an 8-inch circle. Place dough circles on a baking sheet sprinkled with cornmeal. Sprinkle remaining cheese and nuts evenly over dough circles; press lightly to adhere. Lightly coat dough circles with cooking spray; cover and let rise 20 minutes (dough will not double in size).

Preheat oven to 400°.

Uncover dough; bake at 400° for 30 minutes or until loaves are browned on the bottom and cheese melts (shield loaves with foil to prevent overbrowning, if necessary). Cool on a wire rack.


Apple Crumb Croustades



This is a romantic dessert because two people share each free-form tart. You can cut them in half and serve on two plates, or just dig into one with two forks.

Yield
4 servings (serving size: 1/2 croustade)

Ingredients
Crust:
1 cup all-purpose flour (about 4 1/2 ounces)
1/8 teaspoon salt
3 tablespoons chilled butter, cut into small pieces
3 1/2 tablespoons ice water

Filling:
2 cups chopped peeled Granny Smith apple (about 2 medium)
1 1/2 tablespoons fresh lemon juice
1/4 cup packed brown sugar
1 tablespoon all-purpose flour
1/8 teaspoon salt
1/8 teaspoon ground cinnamon
1 tablespoon water
1 large egg white

Topping:
2 tablespoons all-purpose flour
1 tablespoon brown sugar
1/8 teaspoon salt
1/8 teaspoon ground cinnamon
1 1/2 teaspoons chilled butter, cut into small pieces
Preparation

To prepare crust, lightly spoon 1 cup flour into a dry measuring cup; level with a knife. Combine 1 cup flour and 1/8 teaspoon salt in a medium bowl; cut in 3 tablespoons butter with a pastry blender or 2 knives until mixture resembles coarse meal. Add 3 1/2 tablespoons ice water; stir just until moist. Turn dough out onto a heavily floured surface; knead lightly 5 times. Divide dough into 2 equal portions. Place each dough portion between 2 sheets of plastic wrap; roll each dough portion, still covered, into an 8-inch circle. Chill 10 minutes. Uncover dough; place dough circles on a baking sheet lined with parchment paper.

Preheat oven to 350°.

To prepare filling, combine apple and juice; toss to coat. Add 1/4 cup sugar, 1 tablespoon flour, 1/8 teaspoon salt, and 1/8 teaspoon cinnamon; toss to combine. Place half of apple mixture in the center of each dough circle, leaving a 2-inch border; fold edges of dough toward center, pressing gently to seal (dough will only partially cover apple mixture). Combine 1 tablespoon water and egg white; brush mixture gently over outside of crust.

To prepare topping, combine 2 tablespoons flour, 1 tablespoon sugar, 1/8 teaspoon salt, and 1/8 teaspoon cinnamon; cut in 1 1/2 teaspoons butter with a pastry blender or 2 knives until mixture resembles coarse meal. Sprinkle mixture evenly over apple mixture in the center of each croustade. Bake at 350° for 45 minutes or until golden.



Cavatappi Pasta Salad with Walnut-Sage Pesto



The flavorful pesto clings to the corkscrew-shaped pasta. Any small pasta, such as farfalle, penne, or seashell, would also work well. The pesto sauce darkens upon standing, so try to serve the salad shortly after tossing the ingredients.

Yield
4 servings (serving size: 2 cups)

Ingredients
2 1/2 cups (1/2-inch) cubed peeled butternut squash
Cooking spray
3/4 teaspoon salt, divided
1/2 cup fresh flat-leaf parsley leaves
2 1/2 tablespoons chopped walnuts
2 tablespoons fresh sage leaves
2 tablespoons fresh lemon juice
2 tablespoons extravirgin olive oil
1 garlic clove
1/3 cup fat-free, less-sodium chicken broth
3 cups cooked cavatappi pasta (about 6 ounces uncooked)
4 cups torn arugula
1/4 cup thinly sliced shallots
1/2 teaspoon freshly ground black pepper
Preparation

Preheat oven to 450°.

Arrange squash in a single layer on a jelly-roll pan coated with cooking spray. Lightly coat squash with cooking spray; sprinkle evenly with 1/4 teaspoon salt. Bake at 450° for 20 minutes or until squash is tender, stirring after 10 minutes. Cool squash slightly.

Combine 1/4 teaspoon salt, parsley, and next 5 ingredients (through garlic) in a food processor; process until finely chopped, scraping sides. With processor on, slowly pour broth through food chute, processing until well blended.

Combine the remaining 1/4 teaspoon salt, squash, pasta, and pesto in a large bowl, and toss well to coat. Add arugula, shallots, and pepper; toss to combine. Serve immediately.


Old-fashioned Meatloaf




Prep: 20 min., Cook: 7 min., Bake: 1 hr., Stand 10 min.

Yield
Makes 6 to 8 servings

Ingredients
1 tablespoon butter
3 celery ribs, finely chopped
1/2 large onion, finely chopped
2 pounds lean ground beef
2 tablespoons Worcestershire sauce, divided
1/2 cup Italian-seasoned breadcrumbs
1/3 cup ketchup
2 teaspoons Creole seasoning
1 teaspoon Greek seasoning
1 teaspoon garlic powder
2 large eggs, lightly beaten
1 (8-ounce) can tomato sauce
3 tablespoons tomato paste
1 tablespoon ketchup
Garnish: chopped fresh flat-leaf parsley
Preparation

Melt butter in a medium nonstick skillet over medium heat; add celery and onion, and sauté 7 minutes or just until tender.

Stir together celery mixture, ground beef, 1 tablespoon Worcestershire sauce, breadcrumbs, and next 5 ingredients in a large bowl. Shape into a 10- x 5-inch loaf; place on a lightly greased broiler rack. Place rack in an aluminum foil-lined broiler pan.

Bake at 350° for 45 minutes. Stir together remaining 1 tablespoon Worcestershire sauce, tomato sauce, tomato paste, and 1 tablespoon ketchup until blended; pour evenly over meatloaf, and bake 10 to 15 more minutes or until no longer pink in center. Let stand 10 minutes before serving.

_________________
La vita e' un dono meraviglioso non sciuparlo
Life is a wonderful gift so' do not ruin it  


Back to top Go down
View user profile
Candy Candy
WEBMASTER
WEBMASTER
avatar

Female
Numero di messaggi : 18534
Età : 51
Località : Straniera
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 2008-05-27

PostSubject: Re: Il primo giornalino ottobre 2008   Mon Dec 01, 2008 3:48 am

WHY MEN CHEAT


What makes men cheat? Marriage counselor M. Gary Neuman dug through past research on male infidelity and found that most answers came from the wife's point of view. Wouldn't it make more sense to ask the guys? he thought. So for his new book, The Truth About Cheating, Neuman surveyed 200 cheating and noncheating husbands to get at the real reasons behind men's infidelity — including what cheating men say could have prevented them from straying. Here, some of his findings:

48% of men rated emotional dissatisfaction as the primary reason they cheated.
So much for the myth that for men, cheating is all about sex: Only 8 percent of men said that sexual dissatisfaction was the main factor in their infidelity. "Our culture tells us that all men need to be happy is sex," Neuman says. "But men are emotionally driven beings too. They want their wives to show them that they're appreciated, and they want women to understand how hard they're trying to get things right." The problem is that men are less likely than women to express these feelings, so you won't always know when your guy is in need of a little affirmation. "Most men consider it unmanly to ask for a pat on the back, which is why their emotional needs are often overlooked," Neuman says. "But you can create a marital culture of appreciation and thoughtfulness — and once you set the tone, he's likely to match it."

66% of cheating men report feeling guilt during the affair.
The implications are a little scary: It isn't just uncaring jerks who cheat. In fact, 68 percent of cheaters never dreamed they'd be unfaithful, and almost all of them wished they hadn't done it, Neuman says. Clearly, guilt isn't enough to stop a man from cheating. "Men are good at compartmentalizing feelings," Neuman explains. "They can hold on to their emotions and deal with them later." So even if your husband swears he would never cheat, don't assume it can't happen. It's important for both of you to take steps toward creating the marriage you want.

77% of cheating men have a good friend who cheated.
Hanging around friends who stray makes cheating seem normal and legitimizes it as a possibility. The message he's subconsciously telling himself: My friend is a good guy who happens to be cheating on his wife. I guess even the best of us do it. You can't simply ban your husband from hanging out with Mr. Wandering Eyes, Neuman says, but you can request that they spend their time together in an environment that offers less temptation, like at a sporting event or a restaurant for lunch rather than at a bar or club. Another strategy: Build your social circle around happily married couples that share your values — it'll create an environment that supports marriage.




Feel free to write us with any questions:
Let's talk! Join our online community. Tell us what you love and what concerns you. Share your ideas for doing things better, smarter, faster, cheaper.
by MOMI70

_________________
La vita e' un dono meraviglioso non sciuparlo
Life is a wonderful gift so' do not ruin it  


Back to top Go down
View user profile
Candy Candy
WEBMASTER
WEBMASTER
avatar

Female
Numero di messaggi : 18534
Età : 51
Località : Straniera
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 2008-05-27

PostSubject: Re: Il primo giornalino ottobre 2008   Mon Dec 01, 2008 3:49 am




Halloween's origins

Halloween's origins date back to the ancient Celtic festival of Samhain (pronounced sow-in).

The Celts, who lived 2,000 years ago in the area that is now Ireland, the United Kingdom, and northern France, celebrated their new year on November 1. This day marked the end of summer and the harvest and the beginning of the dark, cold winter, a time of year that was often associated with human death. Celts believed that on the night before the new year, the boundary between the worlds of the living and the dead became blurred. On the night of October 31, they celebrated Samhain, when it was believed that the ghosts of the dead returned to earth. In addition to causing trouble and damaging crops, Celts thought that the presence of the otherworldly spirits made it easier for the Druids, or Celtic priests, to make predictions about the future. For a people entirely dependent on the volatile natural world, these prophecies were an important source of comfort and direction during the long, dark winter.

To commemorate the event, Druids built huge sacred bonfires, where the people gathered to burn crops and animals as sacrifices to the Celtic deities.

During the celebration, the Celts wore costumes, typically consisting of animal heads and skins, and attempted to tell each other's fortunes. When the celebration was over, they re-lit their hearth fires, which they had extinguished earlier that evening, from the sacred bonfire to help protect them during the coming winter.

By A.D. 43, Romans had conquered the majority of Celtic territory. In the course of the four hundred years that they ruled the Celtic lands, two festivals of Roman origin were combined with the traditional Celtic celebration of Samhain.

The first was Feralia, a day in late October when the Romans traditionally commemorated the passing of the dead. The second was a day to honor Pomona, the Roman goddess of fruit and trees. The symbol of Pomona is the apple and the incorporation of this celebration into Samhain probably explains the tradition of "bobbing" for apples that is practiced today on Halloween.

By the 800s, the influence of Christianity had spread into Celtic lands. In the seventh century, Pope Boniface IV designated November 1 All Saints' Day, a time to honor saints and martyrs. It is widely believed today that the pope was attempting to replace the Celtic festival of the dead with a related, but church-sanctioned holiday. The celebration was also called All-hallows or All-hallowmas (from Middle English Alholowmesse meaning All Saints' Day) and the night before it, the night of Samhain, began to be called All-hallows Eve and, eventually, Halloween. Even later, in A.D. 1000, the church would make November 2 All Souls' Day, a day to honor the dead. It was celebrated similarly to Samhain, with big bonfires, parades, and dressing up in costumes as saints, angels, and devils. Together, the three celebrations, the eve of All Saints', All Saints', and All Souls', were called Hallowmas.



Superstitions



Halloween has always been a holiday filled with mystery, magic and superstition. It began as a Celtic end-of-summer festival during which people felt especially close to deceased relatives and friends. For these friendly spirits, they set places at the dinner table, left treats on doorsteps and along the side of the road and lit candles to help loved ones find their way back to the spirit world.

Today's Halloween ghosts are often depicted as more fearsome and malevolent, and our customs and superstitions are scarier too. We avoid crossing paths with black cats, afraid that they might bring us bad luck. This idea has its roots in the Middle Ages, when many people believed that witches avoided detection by turning themselves into cats. We try not to walk under ladders for the same reason. This superstition may have come from the ancient Egyptians, who believed that triangles were sacred; it also may have something to do with the fact that walking under a leaning ladder tends to be fairly unsafe. And around Halloween, especially, we try to avoid breaking mirrors, stepping on cracks in the road or spilling salt.

Video: Witchcraft: Persecution, spawned from the black death hysteria, the inquisition was formed to punish witches and other non-believers.
Video: Witchcraft: The Salem Witch Trial, fourteen women and five men would be hanged on the gallows hill.

But what about the Halloween traditions and beliefs that today's trick-or-treaters have forgotten all about? Many of these obsolete rituals focused on the future instead of the past and the living instead of the dead. In particular, many had to do with helping young women identify their future husbands and reassuring them that they would someday--with luck, by next Halloween!--be married.
]
In 18th-century Ireland, a matchmaking cook might bury a ring in her mashed potatoes on Halloween night, hoping to bring true love to the diner who found it. In Scotland, fortune-tellers recommended that an eligible young woman name a hazelnut for each of her suitors and then toss the nuts into the fireplace. The nut that burned to ashes rather than popping or exploding, the story went, represented the girl's future husband. (In some versions of this legend, confusingly, the opposite was true: The nut that burned away symbolized a love that would not last.) Another tale had it that if a young woman ate a sugary concoction made out of walnuts, hazelnuts and nutmeg before bed on Halloween night, she would dream about her future husband. Young women tossed apple-peels over their shoulders, hoping that the peels would fall on the floor in the shape of their future husbands' initials; tried to learn about their futures by peering at egg yolks floating in a bowl of water; and stood in front of mirrors in darkened rooms, holding candles and looking over their shoulders for their husbands' faces.

Other rituals were more competitive. At some Halloween parties, the first guest to find a burr on a chestnut-hunt would be the first to marry; at others, the first successful apple-bobber would be the first down the aisle.

Of course, whether we're asking for romantic advice or trying to avoid seven years of bad luck, each one of these Halloween superstitions relies on the good will of the very same "spirits" whose presence the early Celts felt so keenly. Ours is not such a different holiday after all!


by MOMI70

_________________
La vita e' un dono meraviglioso non sciuparlo
Life is a wonderful gift so' do not ruin it  


Back to top Go down
View user profile
Candy Candy
WEBMASTER
WEBMASTER
avatar

Female
Numero di messaggi : 18534
Età : 51
Località : Straniera
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 2008-05-27

PostSubject: Re: Il primo giornalino ottobre 2008   Mon Dec 01, 2008 3:49 am


_________________
La vita e' un dono meraviglioso non sciuparlo
Life is a wonderful gift so' do not ruin it  


Back to top Go down
View user profile
Sponsored content




PostSubject: Re: Il primo giornalino ottobre 2008   

Back to top Go down
 
Il primo giornalino ottobre 2008
View previous topic View next topic Back to top 
Page 2 of 2Go to page : Previous  1, 2
 Similar topics
-
» Previsioni 899 del 21-23-25 Ottobre 2008
» Previsioni 899 del 14-16-18 Ottobre 2008
» OLIMPIADI DELL'AMBO SECCO DEL 14-16-18 OTTOBRE 2008
» Buon Mercoledì 1 Ottobre
» una strada per l'immortalità - primo sangue

Permissions in this forum:You cannot reply to topics in this forum
BOLLICINE/BUBBLES :: IL GIORNALINO di BOLLICINOLANDIA :: Giornalino 01 special Halloween-
Jump to: