BOLLICINE/BUBBLES
src="http://i56.tinypic.com/4j5g75.jpg" border="0" alt="Image and video hosting by</a><img src="http://i51.tinypic.com/24b0klu.gif" border="0" alt="Image and video hosting by </a>

BOLLICINE/BUBBLES

Image
 
HomesvagoGalleryFAQRegisterLog in
Image and video hosting by TinyPic By Sonia
Image and video hosting by TinyPic By Sonia
Image and video hosting by TinyPic By Sonia
Image and video hosting by TinyPic By Sonia
Image and video hosting by TinyPic By Sonia
Image and video hosting by TinyPic By Sonia
Image and video hosting by TinyPic By Sonia
Image and video hosting by TinyPic By Sonia
Image and video hosting by TinyPicBy Sonia
Image and video hosting by TinyPicBy Sonia
Image and video hosting by TinyPicBy Sonia
Forum
Search
 
 

Display results as :
 
Rechercher Advanced Search
Latest topics
» guadagna on line con clixsense. provare per credere
Fri Sep 25, 2015 6:37 pm by iomy

» Apri il tuo cuore qui/Open your heart here
Fri Sep 04, 2015 7:17 pm by Daniela

» Welcome Markinchicago
Mon Dec 29, 2014 7:10 pm by Candy Candy

» Welcome Maria
Sun Dec 21, 2014 7:49 pm by Candy Candy

» Andrew-Ilaria-Gianluca-Katiennne
Wed Dec 17, 2014 8:32 pm by Candy Candy

» l'angolino di vesuvio
Tue Dec 16, 2014 9:36 pm by Candy Candy

» Perche' il bidet e'utile
Tue Dec 16, 2014 12:01 pm by Candy Candy

» Why in the US need the bidet :)
Tue Dec 16, 2014 11:34 am by Candy Candy

» Mercatini di Natale in Pescara
Tue Dec 16, 2014 5:01 am by Candy Candy

» Chapter 4 Sonia its prisons/ e le sue prigioni
Fri Dec 12, 2014 1:15 pm by Candy Candy

» 14 febbraio 1966
Fri Dec 12, 2014 1:05 pm by Candy Candy

» Che cosa e' l'AMORE/What is the LOVE for Sonia
Fri Dec 12, 2014 12:57 pm by Candy Candy

» Eccomi/Here I am
Fri Dec 12, 2014 12:16 pm by Candy Candy

» my trip /il mio viaggio x California
Wed Dec 10, 2014 6:01 pm by Candy Candy

» POST-IT
Tue Dec 09, 2014 1:04 pm by Candy Candy

December 2016
MonTueWedThuFriSatSun
   1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031 
CalendarCalendar
Forum
CLOCK
scegli la tua stazione
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic

Share | 
 

 Le Tradizioni di Natale nel Mondo

View previous topic View next topic Go down 
AuthorMessage
Admin
Admin
Admin


Numero di messaggi : 1484
Località : Straniera/Stranger
Reputazione : 4
Data d'iscrizione : 2008-05-27

PostSubject: Le Tradizioni di Natale nel Mondo   Sun Dec 12, 2010 12:25 am







OLANDA

In Olanda le celebrazioni del periodo natalizio sono incentrate sulla figura di San Nicola, la cui festa è il 6 dicembre, e costituisce l'analogo del Santa Claus del mondo anglosassone. La parola Santa Claus deriva da Sinterklaas, dal personaggio reale di San Nicola, che porta doni ad ogni bambino buono, durante la notte tra il 5 e il 6 dicembre.
Il 13 novembre il battello di "Sinterklaas" arriva a Alkmaar. La gente nei Paesi Bassi e in particolare i bambini danno il benvenuto al "Sint" che arriva dalla sua residenza estiva a Madrid in Spagna. Il suo battello è carico di regali per i bambini che durante l'anno sono stati bravi e loro aspettano impazientemente il suo onomastico che cade il 6 dicembre. E quando ricorre "pakjesavond", cioè la sera del 5 dicembre, il santo con il pastorale e la mitra rossa, attributi tipici dei Vescovi, arriva sui tetti sul suo cavallo bianco insieme ai suoi aiutanti di colore, un po' dispettosi, chiamati zwarte Pieter, o Peter Neri, porta i regali ai bambini che lo stanno aspettando
Olanda le celebrazioni del periodo natalizio sono incentrate sulla figura di San Nicola, la cui festa è il 6 dicembre, e costituisce l'analogo del Santa Claus del mondo anglosassone. La parola Santa Claus deriva da Sinterklaas, dal personaggio reale di San Nicola, che porta doni ad ogni bambino buono, durante la notte tra il 5 e il 6 dicembre.
La sera di San Nicola o Sinterklaasavond, in Olanda, rimane un evento più importante del Natale, tuttavia, negli ultimi anni, l'Olanda ha cominciato a celebrare nello stesso modo sia la vigilia che il Natale.




GERMANIA



In Germania, le tradizioni natalizie variano da regione a regione. Successivo al giorno di San Nicola, che per la maggior parte dei bambini rappresenta il vero Babbo Natale che porta i doni la notte della vigilia, pone i doni sotto l'albero dopo aver mangiato un semplice pasto. I doni vengono portati da Weihnachtsmann, che in tedesco significa proprio Babbo Natale e rassomiglia a San Nicola, da Christkind, letteralmente Gesù Bambino, un folletto, la cui somiglianza con il Bambin Gesù è oggetto di controversia.



SVEZIA





In Svezia, le aziende, tradizionalmente, durante le settimane che precedono il Natale, invitano i loro impiegati ad un buffet a base di smörgåsbord o antipasti. In previsione di un possibile avvelenamento da cibo, i giornali Svedesi tradizionalmente verificano i ristoranti con test di laboratorio. Il natale è, prima di tutto, una festa del cibo, del prosciutto cotto, ma vi sono una tale varietà regionali che ogni giorno viene servito il meglio. Il programma più tradizionalmente unificante di tutta la Svezia durante le feste natalizie è uno speciale Disney che va in onda alle 15.00 della Vigilia.


NORVEGIA
Le celebrazioni del natale Norvegese iniziano con la festa del 24 dicembre, seguita dalla visita di "Julenissen", che porta i doni ai bambini che gli credono. Dopo un tranquillo 25 dicembre, segue un'altra importante celebrazione, il Boxing Day, dove i bambini, andando di porta in porta, ricevono piccole monete dai vicini. Joulupukki o Capra di Natale è il Babbo Natale dei Finlandesi. Anche lui, viaggia su di una slitta trainata da una renna consegnando i doni ai bambini buoni.


SPAGNA
In Spagna, in particolare in Catalogna, alle figurine del presepe vengono affiancate due statuine assai caratteristiche: quella di Tio, un piccolo tronco d'albero che se viene scosso rilascia dei dolcettini, e quella del caganer, considerato uno dei più divertenti - ed originali - porta-bonheur natalizi.


REPUBBLICA CECA



Nella Repubblica Ceca, il Natale è celebrato soprattutto il 24 dicembre, o alla sera della Vigilia, anche se il 25 e 26 sono giorni di vacanza. In questa sera arriva "Yezheeshek", o "piccolo Gesù". In questo paese sopravvivono antichissime tradizioni dell'"antico Natale", prevalentemente per divertimento. Si disciplina il credente a digiunare per tutta la Vigilia, finché viene servita una cena cerimoniale, allo scopo di essere in grado di vedere il "maiale d'oro". I doni sono posti sotto l'albero di Natale, di solito un abete, o un pino e aperti dopo il pranzo. Altre tradizioni ceche contemplano la premonizione, con il taglio trasversale delle mele; se appare una stella nel centro, l'anno che verrà sarà di successo, se invece appare una croce no. Le ragazze gettano le scarpe dietro le spalle; se la punta dei piedi tocca la porta, la ragazza nell'anno che verrà troverà marito. Altre tradizioni contemplano il versamento di piombo fuso in acqua e dalla forma che il piombo assume raffreddandosi emerge un responso, utile a predire il futuro.


POLONIA
In Polonia, la vigilia di Natale è il primo giorno di festa, e viene celebrato con un banchetto. La festa inizia con l'apparizione di una prima stella, seguita da uno scambio di doni. Il giorno successivo si passa a trovare gli amici.



SLOVACCHIA
Il Natale in Slovacchia è celebrato soprattutto in famiglia: cibo e celebrazioni religiose sono gli eventi principali. Nel 2001 è stata costruito in Bratislava un enorme presepe, costruito da Plavecky Stvortok, un progettista con esperienze in altre città.





RUSSIA
Nell'Europa dell'Est, i paesi slavi seguono la tradizione di Ded Moroz o Nonno glaciale. Secondo la leggenda, egli viaggia su una magica troika, una slitta decorata trainata da tre cavalli, per consegnare i doni ai bambini. Si pensa che anche questo personaggio discenda da Santa Claus e da Saint Nicholas.
Le celebrazioni Natalizie in Russia sono state ripristinate dal 1992, dopo decadi di soppressione da parte del governo comunista. Queste feste sono centrate sulla Vigilia, la "Sacra Cena", che consiste in dodici portate, una per ogni apostolo di Gesù. La tradizione Russa è tenuta viva dalla visita del "Nonno Gelo", e dalla sua "ragazza della neve", il primo giorno dell'anno. Anche le tradizioni del Natale Russo includono l'Albero di Natale, o "yolka", acquistato per la prima volta da Pietro il grande, dopo i suoi viaggi in Europa alla fine del 18° Secolo



GRAN BRETAGNA

In Gran Bretagna i fuochi d'artificio ed i mortaretti sono parte integrante delle celebrazioni natalizie, mentre spettacoli di mimo sono molto popolari tra le giovani famiglie. A Cambrige al King's College, per esempio, viene tenuta una festa particolare chiamata Nine Lessons and Caroles ricca di un programma molto popolare nonché religioso. Ogni anno dal 1947, la città di Oslo offre in dono agli Inglesi, delle ghirlande in segno di ringraziamento per l'azione svolta dalla Gran Bretagna in favore della Norvegia durante la Seconda Guerra Mondiale. L'albero di Natale, che viene eretto a Trafalgar Square a Londra, è considerato il più conosciuto e famoso di tutta la Gran Bretagna.





NORD AMERICA

Negli Stati Uniti e in Canada, la tradizione di Santa Claus è essenzialmente la stessa di quella anglosassone; solo il Quebec segue la tradizione Francese di Pere Noel. Elementi centrali delle celebrazioni natalizie statunitensi sono: l'albero di Natale, la pista di pattinaggio al Rockefeller Center a New York e le decorazioni natalizie della Casa Bianca. Addirittura da 50 anni il Norad (che sta per North American Areospace Defense Command), tiene viva una originale tradizione, ossia "traccia" il transito natalizio di Babbo Natale, ottenendo una notevole attenzione da parte dei mass media.
Da sempre in Messico la tradizione natalizia ruota attorno alla posada. Per nove giorni, gruppi di persone passano di porta in porta, vestiti come gli antichi magi, e periodicamente vengono invitati nelle case per partecipare allo scambio di doni, chiamato piñata.




Sud America

I temi dominanti le feste religiose del Natale sono condizionati fortemente dalla religione cattolica. Costumi secolari che stanno alla base del portare doni, sono un misto di tradizioni locali ed Europee. Queste tradizioni comprendono "El Niño Jesus", o "Gesù Bambino", che porta doni ai bambini della Colombia; in Cile è viva la tradizione di Viejo Pasquero o Vecchio Uomo del Natale, mentre in Brasile la tradizione di Papai Noel rassomiglia molto a quella di Santa Claus. In Sud America le tradizioni legate ai "Santi" sono più seguite in quanto donano alla gente un senso di spensieratezza nell'attesa del Natale, e per questo a tali personaggi, sono stati attribuiti tanti sistemi per entrare nelle case durante la notte: dalle scale ai trampolini. In Argentina i doni vengono portati il 6 gennaio, il "Giorno dei Tre Re"; qui i bambini lasciano le scarpe sotto il letto ed al mattino se le ritrovano piene di dolci o piccoli doni portati dai Magi, che li si sono fermati, sulla strada verso Betlemme.
Le scene della natività sono profondamente radicate nelle tradizioni natalizie del Sud America, sia presso le famiglie che nei luoghi pubblici. In Perù, dove vi è una forte componente di discendenti dei nativi americani, le figure del Natale sono spesso intagliate a mano secondo uno stile antichissimo. In Messico invece sono molto vive le tradizioni legate alle processioni, eventi che mimano ed esaltano la nascita del Cristo. Il pranzo anche in queste zone è molto importante e varia da zona a zona e da regione a regione. Anche qui il Natale viene celebrato con luci, feste, vacanze e, siccome nell'emisfero sud è estate, anche con fuochi d'artificio soprattutto nelle città Brasiliane.





ASIA

Le Filippine si sono guadagnate il merito di celebrare la più lunga stagione Natalizia del mondo e, come in altri paesi, hanno subito l'influenza della cultura ispanica. In questo paese prevale la scena della natività, molto diffusa, ricca di luci e decorazioni. Tradizionalmente, il giorno di Natale di questa nazione è accompagnato da un periodo pre-natalizio di celebrazioni religiose che iniziano il 16 dicembre e che durano nove giorni, fino alla Vigilia. Conosciute come Misas de Aguinaldo o messa di Aguinaldo, nella tradizione Spagnola, queste celebrazioni sono molto popolari nelle Filippine con il nome di Simbang Gabi. La vigilia di Natale, è la notte più attesa, la cosiddetta "noche buena" o "buona notte", e rappresenta, per questo paese, la tradizionale festa del Natale dopo la messa di mezzanotte. I membri della famiglia pranzano tutti insieme, con il "queso de bola" o "palline:P di formaggio", di solito edam, e "hamon" o "prosciutto di natale". Il giorno di Natale i bambini fanno visita ai loro parenti per farsi regalare qualcosa o "aguinaldos", santificando la festa, in un bailamme di vita e di prosperità. In Corea del Sud e a Timor Est, è presente una vasta comunità di cristiani dove il Natale è celebrato ed è considerato una festa ufficiale.



_________________


ADMNISTRATOR OF THI FORUM BOLLICINE/BUBBLES
 Surprised  leo  hup  

Be careful I am not alwayes nice, I love the justice, if you broke it, I broke you  scratch
Stai attento, non sempre sono buono, amo la giustizia, se la rompi, io rompo te.  Twisted Evil
Back to top Go down
View user profile http://bollicine.my-free-forums.com
iomy
BOLLICINA BRILLANTE
BOLLICINA  BRILLANTE


Female
Numero di messaggi : 13551
Età : 38
Reputazione : 2
Data d'iscrizione : 2008-06-05

PostSubject: Re: Le Tradizioni di Natale nel Mondo   Mon Dec 20, 2010 7:43 pm

NATALE IN AFRICA CENTRALE
In Africa centrale la festa del natale ,coincide ,quasi sempre con la fine della raccolta del cacao.I lavoratori delle piantaggioni, hanno cosi modo di potere tornare ai loro villaggi, e festeggiare con i propri parenti ed amici, la ricorrenza. E'consuetudine dei giovani,,in questo giorno di festa, girovagare per le strade dei villaggi o delle citta'cantando canzoni e inni natalizi,fra le tante canzoni puo' capitare di ascoltare anche qualcuna delle piu' famose ,come jingle bell.nel corso della giornata si assiste anche a delle vere e proprie processioni di gente che vanno verso le chiese dove ,si recano per assitere alla funzionereliggiosa, portando con se doni, o cibo da lasciare in chiesa per i piu' bisognosi .Per il Santo Natale in quasi tutte le case non manca l'albero, su cui i bambini ,nella speranza di trovare piene di doni, appendono le calze.In Africa del sud ,dove nel periodo natalizio le temperature vanno sempre piu' verso i caldi estivi la gente,festeggia davanti casa all'aperto, invitando amici e parenti. i quali cucinano anchessi delle gustosissime pietanze. da gustare in compagnia.




_________________
se non ci fosse bisognerebbe inventarla
Back to top Go down
View user profile
iomy
BOLLICINA BRILLANTE
BOLLICINA  BRILLANTE


Female
Numero di messaggi : 13551
Età : 38
Reputazione : 2
Data d'iscrizione : 2008-06-05

PostSubject: Re: Le Tradizioni di Natale nel Mondo   Mon Dec 20, 2010 7:44 pm

NATALE IN CINA
L'arte dei cinesi è sempre stata quella di copiare tutto,e in questa arte, sono bravissimi, tanto che hanno rivoluzzionato il commercio mondiale con profitti enormi a loro favore. Cosi'in Cina pur essendovi ,una minoranza cristiana,tutti festeggiano il Natale all'occidentale. Ogni anno,questa festa viene ripresa come è giusto il 25 dicembre; ed è sempre meno un mistero cristiano, e sempre piu', una festa occidentale che viene trasformata, e resa occasione per lucrarci sopra.Le citta' cinesi ,le piu' importanti,si vestono di luci multicolori e di abeti addobbati con doni,lampade e palline:P colorate.la Cina in questi ultimi anni e il piu' importante produttore mondiale di luci e addobbi natalizzi. Il 25 Dicembre, la vita in Cina si svolge normalmente, infatti è un giorno lavorativo come tutti gli altri.Gli addobbi in questo periodo si estendono,ai negozzi,alle case degli abitanti, e ai palzzi pubblici. Noi crediamo che anche questo sia un segno della globbalizzazione che sempre piu' si evidenzia




_________________
se non ci fosse bisognerebbe inventarla
Back to top Go down
View user profile
iomy
BOLLICINA BRILLANTE
BOLLICINA  BRILLANTE


Female
Numero di messaggi : 13551
Età : 38
Reputazione : 2
Data d'iscrizione : 2008-06-05

PostSubject: Re: Le Tradizioni di Natale nel Mondo   Mon Dec 20, 2010 7:46 pm

NATALE IN ALASKA
molti Cristiani dell'Alaska, celebrano il Natale, il 25 di Dicembre.In questo periodo di festa in tutte le case echegiano, canti, natalizzi e beneaugurali.I bambini come consuetudine di questa festa, bussando di casa in casa,vanno chiedendo delle offerte, in dolci ,o di qualche spicciolo, per comprare dolciumi. IL pranzo di Natale in molte case,si svolge piu' o meno come in tutte le altre citta', una consetudine che non siè perduta è quella di mangiare fra le altre pietanze,la torta di pesce ,o il salmone affumicato

_________________
se non ci fosse bisognerebbe inventarla
Back to top Go down
View user profile
Sponsored content




PostSubject: Re: Le Tradizioni di Natale nel Mondo   Today at 7:39 pm

Back to top Go down
 
Le Tradizioni di Natale nel Mondo
View previous topic View next topic Back to top 
Page 1 of 1
 Similar topics
-
» La lista piu grande del mondo : SM 10000!!!!
» Lotto&lotto: 2 NAZ-32 RM: UN TERNO E UNA CINQUINA DI NATALE!
» ** AUGURI DI BUON NATALE ED UN PROSPERO ANNO NUOVO°
» il nuovo mondo
» Stendardo drago del mondo

Permissions in this forum:You cannot reply to topics in this forum
BOLLICINE/BUBBLES :: SFOGLIA FORUM FAMIGLIA E VARIE :: CURIOSITA'-
Jump to: