BOLLICINE/BUBBLES
src="http://i56.tinypic.com/4j5g75.jpg" border="0" alt="Image and video hosting by</a><img src="http://i51.tinypic.com/24b0klu.gif" border="0" alt="Image and video hosting by </a>

BOLLICINE/BUBBLES

Image
 
HomesvagoGalleryFAQRegisterLog in
Image and video hosting by TinyPic By Sonia
Image and video hosting by TinyPic By Sonia
Image and video hosting by TinyPic By Sonia
Image and video hosting by TinyPic By Sonia
Image and video hosting by TinyPic By Sonia
Image and video hosting by TinyPic By Sonia
Image and video hosting by TinyPic By Sonia
Image and video hosting by TinyPic By Sonia
Image and video hosting by TinyPicBy Sonia
Image and video hosting by TinyPicBy Sonia
Image and video hosting by TinyPicBy Sonia
Forum
Search
 
 

Display results as :
 
Rechercher Advanced Search
Latest topics
» guadagna on line con clixsense. provare per credere
Fri Sep 25, 2015 6:37 pm by iomy

» Apri il tuo cuore qui/Open your heart here
Fri Sep 04, 2015 7:17 pm by Daniela

» Welcome Markinchicago
Mon Dec 29, 2014 7:10 pm by Candy Candy

» Welcome Maria
Sun Dec 21, 2014 7:49 pm by Candy Candy

» Andrew-Ilaria-Gianluca-Katiennne
Wed Dec 17, 2014 8:32 pm by Candy Candy

» l'angolino di vesuvio
Tue Dec 16, 2014 9:36 pm by Candy Candy

» Perche' il bidet e'utile
Tue Dec 16, 2014 12:01 pm by Candy Candy

» Why in the US need the bidet :)
Tue Dec 16, 2014 11:34 am by Candy Candy

» Mercatini di Natale in Pescara
Tue Dec 16, 2014 5:01 am by Candy Candy

» Chapter 4 Sonia its prisons/ e le sue prigioni
Fri Dec 12, 2014 1:15 pm by Candy Candy

» 14 febbraio 1966
Fri Dec 12, 2014 1:05 pm by Candy Candy

» Che cosa e' l'AMORE/What is the LOVE for Sonia
Fri Dec 12, 2014 12:57 pm by Candy Candy

» Eccomi/Here I am
Fri Dec 12, 2014 12:16 pm by Candy Candy

» my trip /il mio viaggio x California
Wed Dec 10, 2014 6:01 pm by Candy Candy

» POST-IT
Tue Dec 09, 2014 1:04 pm by Candy Candy

December 2016
MonTueWedThuFriSatSun
   1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031 
CalendarCalendar
Forum
CLOCK
scegli la tua stazione
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic

Share | 
 

 Un saluto a Franco Sensi

View previous topic View next topic Go down 
AuthorMessage
lillÓ
BOLLICINA SENIOR GOLD
BOLLICINA SENIOR GOLD


Female
Numero di messaggi : 6400
LocalitÓ : italia
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 2008-06-23

PostSubject: Re: Un saluto a Franco Sensi   Tue Aug 19, 2008 10:29 am


CALCIO: ROMA, E' MORTO FRANCO SENSI
ROMA - Il presidente della Roma calcio, Franco Sensi, e' morto questa notte al policlinico Gemelli di Roma dov'era ricoverato da tempo. Aveva 82 anni. Franco Sensi, a quanto si apprende, e' morto alle 23,40 per problemi metabolici, conseguenze della grave malattia. Il presidente della Roma era ricoverato da quasi due mesi al policlinico Gemelli di Roma. Nato a Roma il 29 luglio del 1926, e' stato un imprenditore italiano operante nel settore petrolifero, nel turismo e nell'editoria. La sua notorieta' e' pero' dovuta al fatto di ricoprire la carica di presidente della Roma calcio dal 1993: sotto la sua gestione la Roma ha vinto uno scudetto nella stagione 2000/01, due Supercoppe italiane (2001 e 2007) e due Coppe Italia nelle stagioni 2006-2007 e 2007-2008.


CALCIO:COMBATTIVO E VINCENTE,SENSI UNA VITA PER LA ROMA
DALLE BATTAGLIE IN LEGA ALLO SCUDETTO E ALLA CRESCITA DEL CLUB
ROMA - Laureato in matematica, petroliere, immobiliarista, editore, finanziere e collezionista di quadri e opere d'arte. Ma anche da sempre romanista 'doc'. Franco Sensi si poteva descriverlo cosi', perche' oltre agli affari ha sempre pensato anche alla sua squadra del cuore. Ha amato la Roma fin da bambino, perche' suo padre Silvio aveva giocato nella Fortitudo di Borgo Pio, uno dei club da cui nel 1927 nacque la societa' che porta il nome della capitale, fece parte del Consiglio all'epoca della presidenza di Renato 'papa'' Sacerdoti, e fu fra i fondatori del mitico campo di Testaccio. Ancora a Testaccio, quando il glorioso campo torno' a vivere dopo una ristrutturazione patrocinata dalla Roma, Sensi dimostro' con una frase tutto il suo amore per i colori giallorossi.
Era la fine di novembre del 2000, e tra i tifosi, i simpatizzanti e le vecchie glorie accorsi nell'occasione sul mitico rettangolo c'erano gia' i primi fermenti per uno scudetto che cominciava a profilarsi. Nella brevi parole di saluto, Sensi disse: ''Sara' bellissimo se riusciremo a vincere il terzo scudetto, ma ricordatevi che prima di qualunque successo l'orgoglio maggiore e' quello di essere nati tifosi di questa squadra''. E quell'anno lo scudetto finalmente arrivo', dopo un percorso trionfale nella prima parte di campionato e poi sempre piu' affannoso con l'approssimarsi della meta. Forse si puo' dire che il meraviglioso giocattolo giallorosso di quella stagione aveva cominciato a rompersi gia' prima della storica conquista. Una conquista alla quale comunque e' rimasto legato per sempre il nome del presidente Sensi, ma che fu anche il frutto di un cospicuo investimento di denaro, con la multimiliardaria operazione-Batistuta in prima linea, che condiziono' la successiva gestione economica della societa'.
Buon calciatore dilettante da ragazzo, Franco Sensi era gia' vicepresidente quando i giallorossi vinsero la Coppa delle Fiere nella stagione 1960-61. Poi usci' dai ruoli dirigenziali quando la Roma passo' da Anacleto Gianni al conte Marini Dettina, di cui non condivideva il modo di gestire la societa' . Per tanti anni Sensi ha continuato a seguire la Roma da abbonato (ad ogni inizio stagione acquistava 12 tessere della tribuna d'onore), per poi rilevarla assieme a Pietro Mezzaroma quando era sull'orlo del fallimento dopo la gestione Ciarrapico. Nel novembre del '93 divenne unico proprietario, e si puo' dire che da allora comincio' la sua lotta contro il palazzo ed i mali del calcio. Questo suo atteggiamento gli creo' molti problemi con la giustizia sportiva e numerose antipatie, ma lui ha continuato sempre ad andare avanti, coerente con le sue idee e la sua fede romanista. Per quasi dieci anni Sensi ha lottato contro il sistema, ovvero ''lo strapotere'', come lo definiva, di certe societa' del Nord, le uniche secondo lui tutelate dalla federazione, contro le storture del mondo arbitrale, lo strapotere di certi procuratori sul mercato, la questione dei diritti televisivi da gestire in proprio per ricavarne il giusto valore.
Due soprattutto i 'nemici' del presidente giallorosso: Luciano Moggi, da cui dovette accusare diverse sconfitte nall'ambito del calcio-mercato, e Adriano Galliani, del quale non perse mai occasione di contestare la duplice veste di presidente del Milan e contemporaneamente della Lega calcio. In queste sue battaglie contro certi potentati, Sensi si e' ritrovato spesso da solo, perdendo per strada, anche a causa del suo carattere non facile, molti dei dirigenti ingaggiati per aiutarlo: Agnolin uno dei primi, Lucchesi l'ultimo. Non sempre facili sono stati anche i suoi rapporti con gli allenatori, sempre sottomessi al suo umore mutevole. E cosi' Mazzone, ingaggiato in nome della romanita', divenne ''incompetente'' quando dopo tre anni non era riuscito a vincere nulla, senza magari considerare che proprio nel terzo anno il tecnico di Trastevere era riuscito finalmente a costruire una buona squadra che con un paio di ritocchi mirati avrebbe potuto aprire un ciclo vincente. E ancora, Carlos Bianchi, presunto profeta argentino, venne in seguito definito ''una sciagura''. Poi Zeman, ingaggiato con un colpo ad effetto, e rimandato a casa per le denunce sul doping. Poi il rapporto con Capello, con uno scudetto vinto a caro prezzo e con le successive delusioni. Il sodalizio con il tecnico di Pieris e' durato molto, ma piu' che i risultati e' stato forse l'elevato ingaggio a tenere allenatore e presidente legati ad un unico, indistruttibile filo.
Dopo cinque anni Capello decise di levare le tende, con una fuga in grande stile, scegliendo Torino, sponda bianconera, nonostante pochi mesi prima avesse dichiarato che mai avrebbe allenato i bianconeri. Infine il matrimonio felice con cui la famiglia Sensi decide di legarsi a Luciano Spalletti, tecnico con cui la societa' giallorossa e' tornata ad alzare trofei: 2 coppe Italia nel '07 e nel '08, e la Supercoppa italiana nel 2007.
Back to top Go down
View user profile
 
Un saluto a Franco Sensi
View previous topic View next topic Back to top 
Page 1 of 1
 Similar topics
-
» un affettuoso saluto a tutti
» Aiuto con Sensi Acuti e Tau
» Un allegro saluto...
» Un saluto a tutti i cacciatori
» DOMENICA 6 MAGGIO

Permissions in this forum:You cannot reply to topics in this forum
BOLLICINE/BUBBLES :: SFOGLIA FORUM ATTUALITA' E VARIE :: ATTUALITA'/LAVORO-
Jump to: